Home / Tendenze / A Trieste il Caffè dei Quanti

A Trieste il Caffè dei Quanti

Ultima tappa dei Caffè delle Scienze martedì 12 con Martina Dell’Angela, ricercatrice dell’Istituto Officina dei Materiali del Cnr

A Trieste il Caffè dei Quanti

Domani, martedì 12 novembre, a partire dalle 18.30 al Caffè libreria Knulp (via Madonna del Mare 7/a), è in programma l'ultimo appuntamento dei Caffè delle Scienze e delle Lettere. Protagonista sarà Martina Dell’Angela, ricercatrice dell’Istituto Officina dei Materiali (IOM) del Consiglio Nazionale di Ricerca (CNR), che terrà un incontro dal titolo “Materiali bidimensionali innovativi”. A partire dalla scoperta del grafene da parte di Andrej Gejm e Konstantin Novosëlov nel 2004, i materiali bidimensionali sono divenuti oggetto di un’intensa attività di ricerca. Le eccezionali proprietà di trasporto termico ed elettrico, in uno spazio bidimensionale, rendono tali materiali adatti alle future applicazioni nei dispositivi elettronici e optoelettronici ultrasottili. Nel corso dell’incontro sarranno presentati alcuni esempi di materiali bidimensionali organici e inorganici con particolare riferimento alle loro proprietà elettroniche.

L’intervento sarà preceduto da un'introduzione teatrale a cura del CUT (Centro Universitario Teatrale) con le musiche degli studenti del Conservatorio “G. Tartini” di Trieste.

Dell’Angela ha conseguito il Dottorato di ricerca in fisica presso l’Università degli Studi di Trieste nel 2009. Il suo lavoro di tesi, svolto presso la linea di luce ALOISA del Sincrotrone Elettra, prevedeva lo studio dell’autoassemblaggio di molecole organiche d’interesse per l’elettronica su substrati metallici. Nel triennio 2010-2013 è stata post-doc presso l’Università di Amburgo/CFEL (Germania) nel gruppo del prof. Wilfried Wurth. Ha studiato con tecniche spettroscopiche con raggi X risolte in tempo le reazioni chimiche ultraveloci ai laser ad elettroni liberi FLASH (Germania) ed LCLS (USA). Successivamente è stata post-doc nel gruppo del prof. Fulvio Parmigiani presso la Beamline Magnedyn del laser ad elettroni liberi FERMI (Elettra). Attualmente è ricercatrice presso l’ Istituto Officina Dei Materiali (IOM) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Ha costruito un set-up per misure spettroscopiche risolte in tempo al sincrotrone ELETTRA e lo applica allo studio di reazioni su superfici e materiali fotovoltaici.

I Caffè delle Scienze e delle Lettere, organizzati dall’Università di Trieste, sono conversazioni informali tra docenti e cittadini sui più svariati argomenti scientifici, con l’obiettivo di rafforzare il dialogo tra l’Ateneo e la cittadinanza, attraverso lo scambio di opinioni e conoscenze sui risultati della ricerca universitaria.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori