Home / Tendenze / A Udine e Tavagnacco nasce il servizio di car sharing elettrico

A Udine e Tavagnacco nasce il servizio di car sharing elettrico

Le colonnine di ricarica sono state predisposte dal Gruppo Hera, mentre le auto sono di un'azienda consolidata nel settore

A Udine e Tavagnacco nasce il servizio di car sharing elettrico

"Diffondere la mobilità elettrica per favorire la transizione ecologica verso mezzi di trasporto non inquinanti è l'obiettivo che si pone la Regione. Su questo versante, l'Amministrazione, in questa legislatura, è passata dall'investire 500 mila euro negli incentivi all'acquisto di mezzi green, a circa 45 milioni di euro per contributi a privati cittadini ed enti pubblici. Una delle iniziative per l'ecosostenibilità dei trasporti è quella odierna, che metterà a disposizione, grazie al Comune di Udine e di Tavagnacco, un servizio di car sharing, con partenza dalla stazione di ricarica installata nel piazzale del Teatro nuovo Giovanni da Udine. Questa delle due amministrazioni comunali è un'iniziativa alla quale va rivolto il plauso della Regione, perché anticipa il programma che stiamo sviluppando, in cui metteremo a disposizione nelle nostre sedi e in quelle dei Comuni capoluogo, oltre a quelli turistici, seicento auto elettriche entro il prossimo anno con il progetto Noemix".

Lo ha evidenziato l'assessore regionale alla Difesa dell'ambiente, energia e sviluppo sostenibile, Fabio Scoccimarro, intervenendo a Udine all'inaugurazione della nuova stazione di ricarica e alla presentazione dei due veicoli elettrici a disposizione per il noleggio breve, nel corso della cerimonia alla quale hanno partecipato il sindaco di Udine Pietro Fontanini e quello di Tavagnacco, Moreno Lirutti.

L'auspicio della Regione, ha detto Scoccimarro - "è che ora l'esempio dato da queste due amministrazioni possa far germinare altre iniziative analoghe sull'intero territorio del Friuli Venezia Giulia, affinché questa tipologia di noleggio possa offrire un servizio utile ai cittadini, riduca l'uso delle auto a propulsione tradizionale, rendendo ancora più green i nostri centri abitati".

Le colonnine di ricarica sono state predisposte dal Gruppo Hera, mentre le auto sono di un'azienda consolidata nel settore del car-sharing. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori