Home / Tendenze / Animaimpresa premia le tesi più sostenibili

Animaimpresa premia le tesi più sostenibili

A Reana la seconda edizione dell'iniziativa per favorire il dialogo intergenerazionale tra aziende e giovani

Animaimpresa premia le tesi più sostenibili

Favorire il dialogo intergenerazionale tra aziende e giovani approfondendo tematiche di sostenibilità: questo l’obiettivo del Premio di Laurea Animaimpresa Young 2021. Dopo il successo della prima edizione, Animaimpresa ripropone l’iniziativa tesa a premiare le tesi di laurea dai contenuti più innovativi e concreti, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030.

La cerimonia di premiazione, tenutasi questa mattina presso l’Auditorium dell’azienda M.E.P. Macchine Elettroniche Piegatrici di Reana del Rojale UD, ha visto la partecipazione di alcuni rappresentanti della Commissione ufficiale di valutazione, quali la Presidente di Animaimpresa, Valeria Broggian, la prof.ssa Stefania Troiano dell’Università degli Studi di Udine, il dott. Andrea Marino Cerrato, ICT & MGNT Sys. e MBS Director di M.E.P. Spa e il dottore commercialista Gino Colla dell’omonimo Studio. Presenti alla cerimonia anche Michela Del Fabro e il dott. Vito Rotondi, rispettivamente Vicepresidente e CEO di M.E.P. Spa.

L’iniziativa ha potuto contare sul patrocinio di AsviS – Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile, con la partecipazione in commissione del referente Giulio Lo Iacono. A completare il comitato di Valutazione, alcuni referenti degli Atenei protagonisti del Premio, il professore Francesco Marangon per l’Università di Udine, Paolo Bogoni e Gianluigi Gallenti per l’Università di Trieste.

“Il Premio di Laurea Animaimpresa Young dà valore ai giovani talenti che hanno realizzato pregevoli elaborati scientifici analizzando gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 e fornisce un valido sostegno all’avvio della loro carriera lavorativa volta alla sostenibilità”, ha affermato Stefania Troiano.

Ad aggiudicarsi il Premio del valore di 500 europer la tesi triennale, sostenuto dallo Studio Dottor Gino Colla, è stato Leonardo Massarutto, il cui elaborato, Le politiche per limitare l’inquinamento: il caso delle imposte ambientali, è stato particolarmente apprezzato per l’elevato pragmatismo con cui vengono affrontate tematiche quanto mai attuali.

La tesi magistrale aggiudicataria del Premio di 1.000 euro, sostenuto dall’azienda M.E.P., invece, è stata la ricerca Renewable biological resources and the conversion of waste streams into value added products: circular economy in the cosmetic industry, elaborata da Elisa Cosattini.

Presente alla Premiazione anche l’Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa, l’ente della Regione dedicato all’attrazione investimenti e all’accompagnamento delle imprese, che ha supportato il Premio attribuendo una menzione speciale. “Un premio di laurea dedicato a valorizzare la sostenibilità rappresenta uno stimolo per le nuove generazioni ad approfondire tematiche centrali per uno sviluppo economico equilibrato dei nostri territori”, ha sottolineato la Direttrice generale di Agenzia Lavoro & SviluppoImpresa, Lydia Alessio – Vernì, presente all’incontro.

“La sostenibilità è un tema prioritario nelle attuali linee di azione di Agenzia, anche in chiave di attrazione di investimenti. Attrarre investimenti sostenibili significa, infatti, portare sul territorio imprese più resilienti, più attrattive per risorse umane ad alto valore, e, soprattutto, con potenziali impatti benefici per l’ambiente e per la collettività”.

L’Agenzia ha conferito la menzione speciale alla tesi di Alessia Scandian, Il rating ESG quale strumento a supporto dello sviluppo sostenibile dagli aspetti teorici ad un’analisi empirica sul mercato europeo dei capitali, per l’attualità dell’argomento e per l’approfondimento dettagliato di temi utili sia per le imprese che stanno progettando di intraprendere percorsi di sostenibilità, sia in chiave di attrazione di investimenti e di talenti sul territorio regionale.

È stato infine il momento di Animaimpresa, promotrice del Premio, che ha assegnato una menzione speciale alla tesi triennale della dott.ssa Valentina Ciani, Il welfare aziendale nell’era della Sostenibilità, che ha trattato le modalità di applicazione della Responsabilità Sociale d’Impresa riportando l’esempio virtuoso dell’azienda beanTechSrl. “Premiare chi si impegna ad entrare nel cuore delle aziende e del nostro territorio ci permette di porre le basi di un dialogo intergenerazionale unico, imprescindibile per lo sviluppo sostenibile della nostra società. I nostri complimenti vanno ai numerosi partecipanti: è stato un piacere leggere gli elaborati e comprenderne l’elevato livello di profondità ed analisi. E grazie ai partner – i due Atenei, l’azienda M.E.P, lo Studio Gino Colla, ASviS e l’Agenzia Lavoro&SviluppoImpresa - che ci hanno accompagnato in questa iniziativa di grande valore: un modello virtuoso di collaborazione che premia e valorizza i giovani talenti, protagonisti del futuro”, ha dichiarato la Presidente di Animaimpresa Valeria Broggian.

Un grazie speciale alla Presidente Paola Benini e ai ragazzi e alle ragazze della cooperativa Hattivalab, che hanno organizzato e gestito con grande professionalità un piacevole momento di convivialità per tutti i presenti, a conclusione di una splendida mattinata.

Il Premio di Laurea Animaimpresa Young torna il prossimo anno con altri progetti innovativi e di valore tesi a creare ponti e connessioni, imprescindibili per la creazione di comunità sostenibili.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori