Home / Tendenze / Brigata Pozzuolo e Carabinieri Fvg a Herat

Brigata Pozzuolo e Carabinieri Fvg a Herat

Ancora una volta le due realtà militari goriziane s'incontrano in missione all’estero

Brigata Pozzuolo e Carabinieri Fvg a Herat

Ancora una volta le due realtà militari goriziane, la Brigata di Cavalleria Pozzuolo del Friuli e il 13° Reggimento Carabinieri Friuli Venezia Giulia s'incontrano in missione all’estero. Al Training Advise and Assist Command West (TAAC-W) di Herat, attualmente al comando proprio della Pozzuolo, c'è anche un nutrito numero di uomini dell'Arma, con incarichi di addestramento, consulenza e assistenza a favore della Polizia afghana e con compiti di Polizia Militare.

Al comando del Policy Advisory Team il tenente colonnello Corrado Faggioni, chiamato ad addestrare e assistere le forze di polizia locali, mentre al comando della Military Police del TAAC-W c'è il luogotenente Gianfranco Candotti.

I compiti affidati all’Arma dei Carabinieri, in un’ottica interforze e in sinergia con le forze armate italiane presenti, si sviluppano in una serie di corsi di formazione e consulenza specifica a favore della Polizia della provincia di Herat sia per il contrasto della criminalità sia per la tutela dei diritti umani. Il Comando Nato di Herat è dall'11 giugno affidato al generale di Brigata Giovanni Parmiggiani, comandante della Pozzuolo ed è composto da uomini e donne di Esercito, Aeronautica Militare, Marina Militare e Arma dei Carabinieri.

Oltre ai militari italiani il comandante della Pozzuolo ha alle sue dipendenze i militari di Albania, Lituania, Romania, Slovenia, Stati Uniti, Ucraina e Ungheria. La missione Nato cui anche i militari goriziani partecipano è la “Resolute Support” al comando del generale Usa Austin Scott Miller che ha quale vice comandante un altro italiano, il generale di Corpo d’Armata Salvatore Camporeale già comandante della Brigata Ariete di Pordenone.

Resolute Support Mission è composta da militari di 41 nazioni, tutti uniti in un unico scopo, quello di contribuire all’addestramento, all'assistenza e alla consulenza a favore delle Istituzioni e delle Forze di Sicurezza locali per facilitare le condizioni per la creazione di uno Stato di diritto e, soprattutto, forze di sicurezza autonome e ben equipaggiate. Questo compito sta portando le Polizie afghane ad assumere il compito di garantire la sicurezza del Paese e dei propri connazionali.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori