Home / Tendenze / Come funziona la lotta biologica? Insetti alieni e difesa delle piante

Come funziona la lotta biologica? Insetti alieni e difesa delle piante

Al Museo Friulano di Storia Naturale Pietro Zandigiacomo dell'Università di Udine, giovedì 23 luglio, terrà una conferenza a tema

Come funziona la lotta biologica? Insetti alieni e difesa delle piante

Da un lato l'invadente Halyomorpha halys e dall'altro Trissolcus japonicus, la Vespa samurai, piccola ma motivata dal godurioso obiettivo di parassitare le uova dell'avversario.
Bottino di guerra le nostre mele, pere, pomodori.
Quello assai poco seriamente sopra descritto è solo uno dei tanti esempi di lotta biologica agli insetti alieni (o alloctoni), quelli che negli ultimi decenni, con frequenza sempre più elevata, giungono nei nostri territori e che in alcuni casi sono diventati talmente numerosi e dannosi da venir considerati invasivi.

Come funziona la lotta biologica? Quali sono gli aspetti positivi - e quali i possibili rischi - nell'utilizzare insetti (peraltro pure loro non autoctoni) per difendere le nostre colture dai danni provocati da altri insetti alloctoni?

Al Museo Friulano di Storia Naturale ne parlerà Pietro Zandigiacomo dell'Università degli Studi di Udine che giovedì 23 luglio, alle 21, terrà in Museo una conferenza su Insetti alieni e difesa delle piante: la cimice asiatica sotto il tiro dei suoi nemici naturali.
Info sul sito dei Civici Musei.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori