Home / Tendenze / Duemila studenti a scuola da AcegasApsAmga

Duemila studenti a scuola da AcegasApsAmga

Con l’avvicinarsi del nuovo anno scolastico la multiutility si prepara a ripartire con le attività didattiche gratuite

Duemila studenti a scuola da AcegasApsAmga

Si avvicina Ferragosto, l’apice delle vacanze estive, il giro di boa prima del rientro sui banchi di scuola. Inizia così il conto alla rovescia che vede ancora un mese per l’avvio e anche AcegasApsAmga si prepara per riaprire le porte agli studenti e alle scuole udinesi, rendicontando le attività didattiche che hanno coinvolto i più giovani durante l’anno scolastico 2018/2019.
Sono stati infatti circa 2.000, da oltre 100 classi, gli studenti di Udine che durante lo scorso anno scolastico hanno usufruito dell’ampia offerta didattica di AcegasApsAmga.
Infatti, gli insegnati delle scuole dall’infanzia alle secondarie di II grado hanno potuto scegliere da una vasta gamma di percorsi didattici che spaziavano dall’energia, all’ambiente fino al tema idrico: le varie attività, realizzate a titolo completamente gratuito, sono state svolte, in base alla tipologia, in classe o in laboratorio.
In particolare, l’offerta formativa della multiutility si compone di due macro categorie: la Grande Macchina del Mondo per le scuole fino alla secondaria di I grado e il Pozzo di Scienza per le scuole secondarie di II grado.
Anche per l’anno scolastico 2019/2020 l’offerta didattica di AcegasApsAmga si comporrà di questi due macro percorsi per i quali sarà possibile fare richiesta da quest’autunno.

La Grande Macchina del Mondo
La Grande Macchina del Mondo è l’offerta formativa di AcegasApsAmga dedicata ai temi della sostenibilità e dell’ambiente per le scuole dall’infanzia alla secondaria di I grado. Il progetto è ideato e realizzato dalle cooperative sociali “Atlantide” di Cervia e “La Lumaca” di Modena, in collaborazione con il Comune di Udine, oltre allo staff del WWF – Area Marina Protetta di Miramare, che cura la parte didattica operativa nel Friuli Venezia Giulia.
Le scuole udinesi, dalla prima edizione svoltasi nel 2015/2016, avevano già dimostrato l’apprezzamento per l’iniziativa, mantenendo vivo l’interesse anche per l’anno appena trascorso. Le richieste sono state numerose e dal comune di Udine hanno partecipato circa 90 classi da più di 30 scuole, per un totale di oltre 1.600 bambini sui 10.600 coinvolti in tutto il territorio servito da AcegasApsAmga.
Il percorso più confermato è risultato una delle novità di quest’edizione: con ben 46 iscrizioni, Verso il mare si aggiudica il record di quest’anno. Il percorso tratta, infatti, di un tema estremamente sentito, soprattutto negli ultimi tempi, concentrandosi sulla risorsa idrica sotto diversi aspetti: dal ciclo che l’acqua segue per raggiungere le case dei cittadini all’importanza di tutelare il mare, evitando in tutti i modi di inquinarlo.
AcegasApsAmga è già all’opera per il programma della Grande Macchina del Mondo 2019/2020 e sarà presto disponibile sul sito aziendale.

Un Pozzo di Scienza
La Grande Macchina del Mondo si compone di una seconda parte dedicata alle scuole secondarie di II grado dal titolo un pozzo di scienza. Il progetto un pozzo di scienza è ideato, promosso e sostenuto dal Gruppo Hera e da AcegasApsAmga e realizzato da ComunicaMente, Tecnoscienza e IS – Science Centre Immaginario Scientifico di Trieste insieme ad un Comitato Scientifico composto da professori dell’Università di Ferrara, di Padova e del Liceo Galvani di Bologna.
Il progetto ha coinvolto nel corso dell’anno scolastico appena trascorso 1.500 studenti su tutto il territorio servito da AcegasApsAmga, di cui oltre 320 solo dal comune di Udine.
Obiettivo del progetto è di sensibilizzare e informare i ragazzi dai 14 ai 19 anni sulle grandi tematiche ambientali e sul loro impatto sociale, fornendo chiavi di lettura complementari al programma scolastico. In particolare, un pozzo di scienza sceglie un tema nuovo per ogni edizione, nel caso di quella appena conclusasi gli studenti hanno approfondito il concetto di mente ecologica, vero e proprio seme del futuro. Un tema quanto mai importante e attuale per affrontare temi complessi come la perdita di biodiversità, l'uso efficiente dell'energia e il taglio delle fonti inquinanti.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori