Home / Tendenze / Fiume Veneto, super lavoro per la Protezione civile

Fiume Veneto, super lavoro per la Protezione civile

La squadra comunale è stata impegnata con 25 volontari per risolvere le varie criticità

Fiume Veneto, super lavoro per la Protezione civile

Anche il comune di Fiume Veneto è stato interessato dalle varie allerta meteo emanate dalla Protezione civile regionale. Il gruppo comunale di Protezione civile si è subito attivato con 25 volontari che hanno dedicato il sabato e la domenica al monitoraggio del territorio e agli interventi che si sono resi necessari per la salvaguardia dei beni e delle persone. In particolare, nella mattinata di domenica, è stato dato l’ordine di apertura delle paratoie del Fiume mentre, causa sede stradale allagata, si è predisposta chiusura di via Policreta, all’altezza del sottopasso ferroviario, e di via Petrarca nella frazione di Pescincanna. In quest’ultimo caso, l’impiego della nuova idrovora acquistata di recente con i fondi della Regione ha permesso di risolvere in poche ore una situazione di criticità che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori.

Il fiume Sile, in particolare in località Maglio e all’altezza di via Fornace, ha raggiunto i livelli di guardia già nella tarda mattinata di domenica, rientrando poi gradualmente durante il pomeriggio. Si è provveduto anche alla telonatura precauzionale di una paratoia e al monitoraggio degli argini del Meduna, attività che si è protratta fino alla mezzanotte di domenica.

“Ancora una volta la Protezione civile di Fiume Veneto, coordinata da Alessandro Arnoldi, ha dimostrato di essere sempre presente e a disposizione della propria comunità, con forte spirito di gruppo e un’ottima preparazione che ci deve rendere orgogliosi”, commenta Jessica Canton, Sindaco di Fiume Veneto. “Un ringraziamento va anche al vicesindaco e agli assessori che hanno supervisionato tutte le attività dell’allerta e ai dipendenti comunali della Polizia Municipale e dell’Ufficio Lavori Pubblici per essere stati operativi, in affiancamento alla Protezione Civile, domenica mattina durante il periodo più critico”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori