Home / Tendenze / Gioca l'Italia, no alle bandiere friulane

Gioca l'Italia, no alle bandiere friulane

In occasione del match azzurro allo Stadio Friuli, qualche spettatore si è visto costretto a lasciare fuori il vessillo della piccola Patria

Gioca l\u0027Italia, no alle bandiere friulane

In occasione di Italia-Finlandia il pubblico di Udine e lo Stadio Friuli hanno fatto un figurone. Peccato che la festa azzurra sia stata, almeno per qualcuno dei tifosi accorsi sugli spalti, rovinata da un eccesso di zelo nei controlli. Qualche tifoso, infatti, è stato costretto a lasciare fuori la bandiera del Friuli, che voleva far sventolare anche in occasione del match della Nazionale.

A far scoppiare il caso è Diego Navarria, presidente dell’assemblea della Comunità linguistica Friulana e sindaco di Carlino, che sulla sua pagina Facebook scrive: "So che una legge dello stato vieta negli stadi bandiere diverse da quelle sociali, ma quale pericolo rappresenta la nostra aquila per l'ordine pubblico? Mi scrive un amico", racconta il primo cittadino, "... ieri sono stato a vedere la partita dell’Italia allo stadio Friuli... bello spettacolo, ma l’unica nota storta è stata che i carabinieri hanno fatto piazza pulita di tutte le bandiere del Friuli che la gente voleva portare allo stadio. Io avevo portato la mia blu gigante costata 25 euro (anche in tema se si tratta di azzurri) e l’avevo lasciata a un mio amico che era entrato in curva. Ma è stata sequestrata subito da un militare e appesa su un muro fuori dallo stadio, così come ha fatto con molte altre dicendo te la metto lì così a fine partita la vieni a recuperare...”.

"Il mio amico gli chiede cosa ci fosse di male visto che si giocava a Udine e che comunque il Friuli, come altre regioni, ha dei suoi simboli e che poi lo stadio si chiama Friuli... Il carabiniere", riferisce ancora Navarria, gli risponde: "No, si chiama Dacia Arena...”.

"A fine partita andiamo a recuperare la bandiera e ritroviamo una decina di sacchi dell’immondizia, che contenevano tutte le cose sequestrate. Questa cosa ci ha amareggiato molto ed è stata veramente vergognosa".

"Una soluzione possibile", chiosa Navarria, "chiedete che la squadra di Udine adotti i colori blu e giallo (o almeno inserisca la bandiera nel tradizionale bianco-nero). Solo così potrà essere, come il Barça per la Catalogna e l'Athletic Bilbao per il Paese Basco, la vera squadra di calcio del Friuli".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori