Home / Tendenze / Giorno della Memoria, anche a Pordenone le medaglie d'onore

Giorno della Memoria, anche a Pordenone le medaglie d'onore

Sono quattro gli ex deportati che riceveranno dal Prefetto il riconoscimento

Giorno della Memoria, anche a Pordenone le medaglie d\u0027onore

Anche a Pordenone, pur nel rispetto delle limitazioni imposte dalla pandemia, il 27 gennaio sarà celebrato ufficialmente il Giorno della Memoria, data simbolica per "ricordare la Shoah le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati".

Il Prefetto Domenico Lione, in omaggio alle vittime di quel tragico e oscuro periodo della storia del nostro Paese e dell'Europa e per conservarne la memoria, presenzierà alla deposizione di una corona al Monumento del Deportato in piazza Maestri del Lavoro e alla targa commemorativa collocata in memoria della Shoah nella sede dell'ex provincia.

Inoltre, sempre nel rispetto delle misure di contenimento, consegnerà le medaglie d'onore concesse "ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l'economia di guerra ed ai familiari dei deceduti" ai congiunti delle sottoelencate vittime recandosi nei Comuni di rispettiva residenza.

Si tratta di Albino Pasianot di Montereale Valcellina, deportato dal 10/09/1943 al 01/05/1945; Giuseppe Castagnotto di Villotta di Chions, deportato dal 10/09/1943 al 01/05/1945; Roberto Severino Mottin di Zoppola, deportato dal 12/09/1943 al 10/10/1945; e di Antonio Scapolan di Cordenons, deportato dal 08/09/1943 al 03/09/1945.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori