Home / Tendenze / Giro d'Italia a Udine, vigilia di tappa con la Fanfara della Julia

Giro d'Italia a Udine, vigilia di tappa con la Fanfara della Julia

Lunedì 19 ottobre, alle 17, la sfilata nel cuore del centro dell'amata banda musicale delle 'penne nere'

Giro d\u0027Italia a Udine, vigilia di tappa con la Fanfara della Julia

Conto alla rovescia, a Udine, per il Giro d’Italia che, martedì 20 ottobre, vedrà i corridori scattare da piazza Libertà per la 16esima tappa, che arriverà a San Daniele. L'attesa della corsa rosa sarà scandita dalle note della Fanfara della Brigata Julia. La banda delle penne nere sarà protagonista lunedì 19 ottobre, giorno di riposo che le squadre trascorreranno in città.

La sfilata partirà da piazza Marconi, percorrerà via Mercatovecchio, piazza Libertà, via Lionello - passando davanti a Palazzo D'Aronco - via Rialto e giungerà in piazza San Giacomo dove la banda, composta da quaranta elementi, sarà accolta dal Sindaco Pietro Fontanini, che porterà il saluto della città, dall’Assessore al turismo e grandi eventi Maurizio Franz e dagli altri esponenti della Giunta.

Il 1° ottobre 1967, in occasione del cambio del Comandante di Brigata, debutta a Venzone, nella Caserma “Feruglio”, la banda musicale della “Julia”. Ancor prima della sua costituzione, presso molti reparti alpini erano state formate delle “fanfare”, che, a buon diritto, si possono definire antesignane della Fanfara, la cui prima composizione organica si ebbe proprio grazie all’apporto umano e artistico fornito da una di esse. Nel corso della Grande Guerra, formazioni musicali si esibirono in concerti nelle retrovie del fronte, nel contesto di cerimonie militari e spettacoli ricreativi per i combattenti a riposo o ricoverati. Sciolte durante la seconda Guerra Mondiale, le fanfare vengono ricostituite a livello reggimentale nel dopoguerra; successivamente, le neo costituite Brigate Alpine esibiscono una loro fanfara.

Nel 1967, dunque, sulla base di queste precedenti esperienze, anche il Comando della Julia decide di costituire un proprio complesso musicale, ormai indispensabile per assolvere alle numerose esigenze di carattere militare e civile. La Fanfara ha così origine da un primario nucleo di musicanti provenienti per la maggior parte dai Reggimenti Alpini, tutti in servizio di leva provenienti per la maggior parte da bande cittadine.

Attualmente la Fanfara è diretta dal Capo Musica, il Sergente Flavio Mercorillo, che ha il compito di addestrare, preparare e amalgamare i vari componenti, organizzare i programmi dei concerti, trascrivere ed arrangiare i brani adeguandoli all’organico.

Completano l’organico i volontari, con incarico musicante, provenienti da tutte le regioni d’Italia, molti dei quali diplomati presso i maggiori Conservatori Statali. La Fanfara annovera nel proprio repertorio, oltre agli inni ed alle marce militari, brani di musica contemporanea e trascrizioni di composizioni cameristiche, sinfoniche ed operistiche. La sua attività primaria consiste nel partecipare a cerimonie e manifestazioni di carattere istituzionale, a concerti in varie città, in Italia ed all’estero, ed ai numerosi Festival internazionali di Bande Militari. Importante il contributo musicale offerto alle Associazioni Combattentistiche e d’Arma ed in particolare all’Associazione Nazionale Alpini in occasione di raduni e ricorrenze di rilievo.

Alla Fanfara quindi il compito di contribuire a mantenere inalterato un costante e lusinghiero successo di critica e di pubblico, ma soprattutto confermare ed accrescere il prestigio e le tradizioni della Brigata "Julia", delle Truppe Alpine e dell'Esercito Italiano tutto.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori