Home / Tendenze / Grande successo per Romans Langobardorum

Grande successo per Romans Langobardorum

Nella cornice dei laghi Fipsas oltre 7mila visitatori hanno preso parte al weekend all’insegna della rievocazione

Grande successo per Romans Langobardorum

Tempo di bilanci per l’associazione Invicti Lupi, soddisfatta per l’enorme successo della decima edizione della rievocazione storica “Romans Langobardorum”, che ha preso vita a Romans d’Isonzo nella stupenda cornice dei laghi Fipsas nelle giornate del 10, 11 e 12 giugno.

Sono stati presenti nel corso della rievocazione storica più di 7000 visitatori di ogni fascia d’età e provenienza geografica, un flusso ininterrotto e costante che dal venerdì sera fino alla chiusura domenicale ha riempito la grande area naturalistica dei laghi.

E’ stata un’edizione record anche per la presenza di ben 17 gruppi storici, con più di 120 rievocatori storici provenienti da tutta Italia e da numerosi stati europei (Germania, Austria, Slovacchia, Slovenia, Croazia, Ungheria, Spagna, Bulgaria, Russia): grazie a questi numeri si è potuto offrire al pubblico uno spaccato del Friuli del VI secolo dC con la presenza di tutti i vari popoli ivi presenti e confinanti (longobardi, romani, avari, franchi, bavari, goti, gepidi).

Il tema dell'edizione del decennale è stato “Guerra, Giochi e Tribalità” ed è stata l’occasione per lanciare i giochi tribali longobardi, ovvero la prima edizione dei giochi storici e delle prove atletiche che venivano disputate quindici secoli fa tra le tribù longobarde e che sono state molto apprezzate dai visitatori. L’altra importante novità di Romans Langobardorum è stata la prima edizione del simposio di scultura “Faber Langobardorum” all’interno del quale diversi artisti hanno realizzato le loro opere su legno di cedro e su materiale di riciclaggio. Le opere saranno ora provvisoriamente messe in mostra presso il polo culturale di Romans, casa “Candussi-Pasiani”, e poi prenderanno posto nel villaggio longobardo in via di realizzazione nell’area dell’ex polveriera militare.

Nella serata di sabato sono stati presentati davanti a una platea da tutto esaurito tre nuovi documentari prodotti da Invicti Lupi, con alla regia Simone Vrech di Base2 Video Factory, riguardanti alcuni approfondimenti sulla società longobarda e sul mondo della rievocazione storica: “Il Guerriero Longobardo”, “La ritualità della morte” e “La rievocazione storica”.

Al termine di queste tre première è stato proiettato "Langobardi - Alboino e Romans", innovativo docufilm che nel corso di questi mesi ha raccolto numerosi successi internazionali a vari festival cinematografici, così da poter rivivere la storia del re Alboino, dell'arrivo dei longobardi nella nostra Penisola e della fondazione dell'antico villaggio di Romans.

Il teaser del documentario “Il guerriero longobardo”

Il teaser del documentario “La ritualità della morte” 

"Romans Langobardorum si è confermata come la più grande rievocazione storica longobarda presente sul territorio italiano, una manifestazione che sta divenendo tra le più importanti d’Europa grazie alla qualità ricostruttiva portata dai sempre più numerosi rievocatori storici. Siamo gli eredi di un passato storico importante, è nostro compito ed impegno valorizzarlo e renderlo fruibile alle generazioni presenti e future attraverso tutti gli strumenti a nostra disposizione. Ricordiamo che si è trattato di una manifestazione plastic free – senza plastica vista l'adesione all’importante progetto regionale Ecofesta al fine di dare il nostro contributo al fondamentale impegno di rispetto e preservazione dell'ambiente che ci circonda, rispettandolo e curandolo con azioni concrete e tangibili", spiegano da Invicti Lupi.

"Vogliamo ringraziare per il patrocinio, il sostegno e la collaborazione: Comune e Civico Museo Archeologico di Romans d'Isonzo; Regione; PromoturismoFvg; Consiglio regionale; Bcc Staranzano e Villesse; Fondazione Carigo; Arlef (Agenzia regionale per la lingua friulana); Società Filologica Friulana; Società Friulana di Archeologia; Uisp, unione italiana sport per tutti; Centro servizi volontariato Fvg; Ecofeste Fvg; ente castello dei Conti Formentini di San Floriano del Collio; Gruppo di ricerca "I Scussons" di Romans d'Isonzo; Associazione "Liberatorio d'Arte" di Romans d'Isonzo; Associazione “La Piccola Fattoria del Cumugnai”; Associazione Laghi Fipsas di Romans d’Isonzo; associazione "Italia Medievale"; parco “Acrobati del Sole” di Cividale del Friuli; Iris Acqua; e diverse altre associazioni, aziende e realtà locali".

"Ricordiamo a tutti coloro che intendessero sostenere questo nostro importante progetto che è possibile farlo in vari modi (tutte le informazioni a questo link)".

"Appuntamento al prossimo anno nella speranza di poter offrirvi una rievocazione storica ancora più grande. Nel frattempo Invicti Lupi procederà col suo progetto “Romans Langobardorum” che prevede la realizzazione del primo villaggio longobardo a livello internazionale, l’attività di divulgazione storica presso altri eventi e manifestazioni in Italia e in Europa, l’attività di studio personale e le attività didattiche con le scuole presso il museo e il parco archeologico di Romans", concludono dall'associazione.

Per maggiori informazioni potete visitare le nostre pagine facebook e instagram "Invicti Lupi" e "Romans Langobardorum", e il nostro sito web www.invictilupi.org

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

L'AZIENDA

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori