Home / Tendenze / Il Comune di Monfalcone sbarca su Telegram

Il Comune di Monfalcone sbarca su Telegram

Il sindaco Cisint: "Vogliamo comunicare al meglio le notizie ai cittadini, quindi abbiamo deciso di ricorrere anche a questo nuovo strumento"

Il Comune di Monfalcone sbarca su Telegram

Il Comune di Monfalcone sbarca su Telegram, con l’obiettivo di dare un servizio in più ai cittadini. Tutti coloro che possiedono uno smartphone o un tablet connessi a internet possono così ricevere informazioni e segnalazioni di interesse pubblico tramite l’innovativa app di messaggistica. È sufficiente accedere al portale www.comune.monfalcone.go.it, poi, tramite l’apposito pulsante dedicato inserito nella sezione “Servizi online”, si trova il link che consente di entrare direttamente nella app. Basta poi iscriversi al gruppo Comune di Monfalcone per ricevere i messaggi.
“Vogliamo comunicare al meglio le notizie ai cittadini, quindi abbiamo deciso di ricorrere anche a questo nuovo strumento. Una possibilità che ci è consentita dal nuovo portale del Comune, interattivo e intuitivo nonché costruito in modo da essere integrato con l’infrastruttura comunale”, ha spiegato il sindaco, Anna Maria Cisint. Il servizio, attivo da ieri, è stato avviato con le informazioni utili del vademecum sul nuovo coronavirus, oltre che con l’invito a consultare il sito tematico del ministero della salute per restare sempre aggiornati. Saranno poi via via inserite informazioni di vario tipo, come scadenze o nozioni importanti per la vita quotidiana in città, in modo che i monfalconesi siano aggiornati in modo capillare.
Come spiegato dai responsabili del Ced del Comune, che hanno seguito l’iniziativa dal punto di vista tecnico, la scelta di Telegram è tutt’altro che casuale. Si tratta infatti di una piattaforma aperta, più adatta per le sue caratteristiche rispetto a Whatsapp a una comunicazione di tipo uniforme e istituzionale. Inoltre, nel caso di necessità, sarà possibile “agganciare” i messaggi inviati su altri canali da vari enti, come per esempio la Protezione civile.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori