Home / Tendenze / In Giappone suona il 13esimo organo friulano

In Giappone suona il 13esimo organo friulano

La ditta codroipese di Francesco Zanin conquista il Sol Levante

In Giappone suona il 13esimo organo friulano

La maestria dell’artigianato friulano sbarca in Giappone. La ditta di Francesco Zanin, con sede a Codroipo, ha portato a termine da poco il tredicesimo organo costruito nel Sol Levante. Il lavoro è stato completato nel pieno centro di Tokyo, in un hotel attrezzato con una cappella dove vengono spesso celebrati matrimoni.

Lo strumento, ideato per rispecchiare lo stile barocco italiano, possiede due tastiere a trasmissione meccanica ed è costato alla ditta Zanin ben due anni di lavoro.

Il nuovo organo di Tokyo è stato “molto apprezzato per il suono dolce, prodotto da registri tipicamente veneziani come la Voce Umana o i Tromboncini”, conferma Zanin. Le oltre 1.300 canne sono ordinate in 34 registri e due accessori, divisi fra le due tastiere e la pedaliera, tutto a trasmissione meccanica. Il vanto dell’alta qualità dell’artigianato friulano, insomma, esce nuovamente dai confini regionali per far conoscere nel mondo il nome del Friuli.

A inaugurare lo strumento, qualche giorno fa, è stato l’organista giapponese Ayako Nagami, mentre all’orizzonte si prospettano ulteriori commissioni per gli Zanin in terra nipponica: un altro organo è stato richiesto a Tokyo mentre altri due sono in progettazione per la cittadina di Sendai, dove un barocco italiano ‘dialogherà’ assieme a un barocco tedesco. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori