Home / Tendenze / Invasione di meduse nel Golfo di Trieste

Invasione di meduse nel Golfo di Trieste

L'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale spiega che il fenomeno è stato osservato già alla fine dell’800 e da inizio novecento sono stati numerosi gli episodi di bloom di questa specie

Invasione di meduse nel Golfo di Trieste

Continua l'invasione di meduse nel Golfo di Trieste, già segnalata a inizio marzo. Stavolta, però, dal molo audace è visibile un vero e proprio tappeto di meduse e la singolarità di queste immagini ha destato la curiosità di molte persone.

Nel video di Vincenzo Maffione, che la Regione Fvg ha pubblicato e diffuso sul profilo Facebook, si possono ammirare centinaia di esemplari di Rhizostoma pulmo, una delle meduse che abitualmente vivono nel mar Adriatico e conosciuta anche come Polmone di mare o Dama del Mare.

Un fenomeno che sta diventando sempre più frequente e che viene studiato e monitorato dai esperti e biologi marini, sottolinea la Regione.
L'Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale - OGS, invita a segnalare avvistamenti di questo tipo attraverso l'utilizzo di avvistAPP, una app gratuita, realizzata grazie al contributo di Regione, che permette a chiunque di contribuire in maniera attiva al monitoraggio del nostro mare, inviando foto di avvistamenti di meduse, ma anche di tartarughe marine e di delfini.

"In questo ultime settimane, lungo le coste del nostro golfo, stiamo vedendo moltissime meduse bianche con un bordo blu. Si tratta di Rhizostoma pulmo, una delle meduse più grandi che abitano nel nord Adriatico - commentano dall'Ogs dal proprio profilo Facebook -. La presenza di queste meduse nel nostro golfo è stata osservata già alla fine dell’800 e da inizio novecento sono stati numerosi gli episodi di bloom di questa specie. Dall’inizio degli anni 2000 questi bloom sembrano però essere diventati più frequenti e durare più a lungo. Quando le condizioni meteomarine spingono le meduse sotto costa, proprio come oggi, ci accorgiamo di quanto siano diventate numerose! Capire il meccanismo che porta all’aumento dei bloom di meduse non è cosa semplice, ma sicuramente è importantissimo raccogliere quanti più dati possibile nel corso degli anni. Spesso le osservazioni di meduse non sono state raccolte in database scientifici e così si sono perse nei ricordi di chi le ha osservate".

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori