Home / Tendenze / L’8 marzo a San Vito al Tagliamento

L’8 marzo a San Vito al Tagliamento

Lunedì sarà inaugurata la Panchina Rossa che, dotata di altoparlanti, al sedersi dei visitatori riproduce contributi audio in forma di installazione sonora

L’8 marzo a San Vito al Tagliamento

L’Amministrazione comunale di San Vito al Tagliamento, dando seguito alla decisione di celebrare istituzionalmente la Giornata internazionale della Donna l’8 marzo 2021 ha organizzato, in collaborazione con la Commissione Pari Opportunità, una serie di iniziative per riflettere sulle condizioni della donna nell’odierna società e sulla politica di genere.

“Questa Amministrazione - spiega la Vicesindaco Federica Fogolin - ha tra le priorità l’impegno per una specifica attenzione e sensibilità nei confronti della Donna, denunciando le questioni più problematiche (vedasi le iniziative proposte per la Giornata contro la violenza sulle donne), attivandosi per la loro soluzione (come ad esempio la costituzione del fondo a sostegno delle donne vittime di violenza), ma anche valorizzando la donna in tutte le sue potenzialità, obiettivo di queste ultime proposte”. Da queste premesse la definizione di un programma articolato per raccontare da più angolazioni la condizione delle donne in occasione dell’8 marzo.


Celebrazione ufficiale
Per motivi legati all’emergenza sanitaria, le celebrazioni ufficiali della Giornata internazionale della Donna saranno trasmesse in streaming sul canale Youtube del Comune di San Vito al Tagliamento. L’evento si svolgerà in diretta dall’Antico Teatro Sociale “Gian Giacomo Arrigoni” lunedì 8 marzo, a partire dalle 10.30. Al centro dell’evento la consegna del riconoscimento “SanVito8marzo” destinato a due donne sanvitesi “per dare valore a donne sanvitesi che per vari motivi si sono distinte per il loro impegno per la emancipazione e liberazione della donna”. A salire sul palco per essere premiate saranno Emanuela Falcomer, da anni impegnata nel progetto Isuka, in Tanzania, per aiutare quel villaggio in condizioni migliori. L’altra donna a essere premiata sarà Paola Brazzafolli protagonista per i diritti femminili delle donne, in particolare contribuendo per il fondamentale contribuito dato alla nascita del Consultorio di San Vito al Tagliamento. Ospite dell’iniziativa, presentata dal Sindaco Antonio Di Bisceglie e dalla Vice Fogolin, sarà Valentina Gasparet, tra le curatrici di Pordenonelegge.it.

Panchina Rossa
Il Comune di San Vito al Tagliamento ha aderito alla campagna nazionale italiana “Panchina Rossa” per sensibilizzare l’opinione pubblica sugli abusi e la violenza contro le donne. Al riguardo, l’Amministrazione ha scelto una Panchina Rossa sonora: il progetto si chiama The Red Sound Bench ed è frutto della collaborazione fra la Galleria Spazioersetti di Udine e il Centro di produzione artistica Audiorama di Stoccolma. Sono stati invitati compositori, musicisti, performer da tutto il mondo a presentare opere sonore legate al tema della violenza sulle donne e il componimento che risulterà vincitore - il nome sarà svelato lunedì - diventerà protagonista della Panchina Rossa posizionata all’interno di Parco Rota: dotata di altoparlanti, al sedersi dei visitatori riproduce contributi audio in forma di installazione sonora.

La Panchina Rossa sarà inaugurata lunedì 8 marzo, al termine della celebrazione in Teatro Arrigoni, e l’evento avverrà in contemporanea con l’installazione di una “gemella” all’Istituto Italiano di Cultura di Stoccolma, con la stessa musica risultata vincitrice, per evidenziare l’importanza del tema sulla violenza delle donne a livello internazionale. “Una donna uccisa dalla violenza di un uomo lascia un vuoto che non può essere dimenticato - commenta la Vicesindaco -. La Panchina Rossa, è il simbolo del posto occupato da una donna che non c’è più, portata via dalla violenza. La panchina è il simbolo di un percorso di sensibilizzazione contro il femminicidio e la violenza maschile sulle donne e ha lo scopo di mantenere alta l’attenzione sul tema”.

Commissione Pari Opportunità
Anche la Commissione Pari Opportunità di San Vito al Tagliamento, che opera nel territorio dal 2014 promuovendo e valorizzando la partecipazione attiva delle donne, in ogni ambito della società, con l’obiettivo prioritario dell’educazione alla cura del rispetto, ha promosso una iniziativa per far riflettere. “Per questo 8 marzo si è trovato un modo nuovo ed originale per essere presenti nel territorio ed arrivare alle persone con alcune semplici ma importanti riflessioni per la Giornata internazionale della Donna - spiega la Presidente della Commissione pari opportunità, Maria Gabriella Berti -. Si è scelto simbolicamente il pane, indispensabile per la vita ma allo stesso tempo conquistato con fatica e sudore: nella giornata di lunedì verrà venduto nei panifici di San Vito al Tagliamento all’interno di un sacchetto di carta stampata riportante sei testi scritti da donne di età diverse”.

Testi inediti, semplici, ma significativi che coinvolgono donne del posto. Nel sacchetto c’è un mondo: lo spirito della Commissione Pari Opportunità racchiuso nelle riflessioni di due stesse commissarie; la voce dei giovani attraverso gli scritti di tre ragazze di età diverse (12, 18 e 25 anni) del gruppo Una Voce per Amico dell’Associazione Polaris Amici del Libro Parlato; una ricetta culinaria donata da una ospite della Casa di Riposo, classe 1925, in rappresentanza delle donne che nel 1946 votarono per la prima volta e di quella parte di anziani che hanno combattuto per dare a tutte le donne una vita migliore.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori