Home / Tendenze / La ripartenza? Sarà più facile per Udine e Pordenone

La ripartenza? Sarà più facile per Udine e Pordenone

A dirlo è un report di EY, che ha incrociato il grado di resilienza e il numero di contagi dei capoluoghi di tutta Italia

La ripartenza? Sarà più facile per Udine e Pordenone

Per Pordenone e Udine la ripartenza post emergenza Coronavirus sarà più facile rispetto ad altre realtà. A dirlo è il nuovo report di Ey, che a marzo aveva stilato lo Smart City Index sulla sostenibilità, dove le due città si erano piazzate rispettivamente al nono e al 13esimo posto su 109 capoluoghi.

La fotografia, ottenuta incrociando il livello di resilienza delle città - ovvero i fattori sanitari, economici e sociali - con i dati del contagio da Covid-19, mostra come i due capoluoghi friulani facciano parte delle 12 città, le uniche nel nord Italia, che avranno una ripartenza facile. Ciò è dovuto, spiega il report, al fatto che Pordenone e Udine hanno infrastrutture e tecnologie di ottimo livello e che sono state abbastanza al riparo dall'epidemia.

Sarà più difficile, invece, la ripresa per Gorizia e per Trieste. Gorizia si è classificata al 19esimo posto nella lista delle città a ripartenza lenta perché, pur avendo un basso livello di contagio, “le sue infrastrutture di mobilità e comunicazione - dice il documento - non sono di livello elevato e non consentono grandi prestazioni”.

Trieste, infine, è stata collocata ultima tra le 29 città a ripartenza frenata a causa dell’alto livello di contagio.

Le città più colpite (numero di contagi totali su 10.000 abitanti1) sono Cremona (con 151 contagiati totali su 10.000 abitanti) seguita da Lodi (118 contagiati su 10.000 ab.) e Piacenza (117). In una situazione critica sono quasi tutte le città della Lombardia, diverse città dell’Emilia-Romagna, Aosta, Trento e diverse città del Piemonte. Tra le città più contagiate anche Imperia, Massa, Genova, Bolzano e, in Fvg, Trieste. Tra le città del Veneto, Verona è la più colpita, ma Rovigo ne ha solo 13, confermando un miglior controllo dell’infezione nelle città venete e del Friuli Venezia Giulia, che è complessivamente la regione meno colpita del Nord. Nella parte “buona” della classifica, vi sono tutte città del Sud, soprattutto le isole (Sardegna e Sicilia), ma anche Calabria, Basilicata e Puglia.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori