Home / Tendenze / LegalEYE, il garante digitale contro i cybercrimini diventa una public company

LegalEYE, il garante digitale contro i cybercrimini diventa una public company

LegalEYE, il garante digitale contro i cybercrimini diventa una public company

Il lancio della campagna di equity crowfunding ha raggiunto i 250mila euro. La start up udinese ha brevettato una piattaforma web che 'fotografa' le prove digitali dei reati utilizzabili in sede processuale

La campagna di equity crowdfunding lanciata da LegalEYE, la start up udinese ideatrice dell’omonima piattaforma web che consente di proteggersi dai cybercrimini, supera l’obiettivo minimo di raccolta fissato a 100mila euro e va in overfunding, andando oltre le aspettative e raggiungendo in poco più di 60 giorni la somma di 250mila euro.
Agli oltre cento investitori diversi si sono uniti anche tre importanti investitori professionali e oggi LegalEYE è, di fatto, una public company.

“Questa operazione ha dato una grande forza a tutti noi per guardare con più sicurezza al futuro, - dichiara l’amministratore unico Dario Tion -. In fase di campagna abbiamo raggiunto un consistente numero di interlocutori che hanno dimostrato il loro interesse, sia investendo concretamente sul progetto sia seguendo l’azienda in tutto il suo background. 

Una manifestazione di fiducia nei confronti del nostro team e la dimostrazione che abbiamo fatto la scelta migliore. Siamo quindi particolarmente contenti di aver attirato un crescente interesse, che con la chiusura della campagna si è tutt’altro che esaurito”.
Fondata nel 2015, LegalEYE opera in un'area di ricerca, sviluppo, produzione e commercializzazione di tecnologie, prodotti e servizi web ad alto valore tecnologico legati alla Digital Forensics. Con l’obiettivo di offrire un servizio in grado di risolvere in modo radicale uno dei maggiori problemi della sfera digitale, è nata l’innovativa piattaforma LegalEYE® Pro, attualmente l’unica soluzione presente sul mercato in grado di garantire l’originalità e l’immodificabilità delle prove raccolte in rete e di poterle poi utilizzare in sede processuale. Non è un caso se viene scelta come strumento di riferimento da rilevanti studi legali ed enti pubblici italiani. Attraverso un semplice accesso consente all’utente di prevenire e proteggersi in caso di diffamazione, ricatto, stalking, furto o diffusione di informazioni e azioni atte a ledere la vita privata e le attività di business.
Grazie a questi nuovi fondi la volontà dell’azienda è di sviluppare ulteriori sinergie, consolidarsi maggiormente sul mercato, investire in attività di ricerca e nell’implementazione dell’organico ma, soprattutto, fare in modo che ogni cittadino, azienda, ente o associazione possa disporre di questo strumento per difendere i propri diritti e la propria reputazione.






I riconoscimenti:
LegalEYE® ha ottenuto 6 premi dalla Commissione Europea nell’ambito del framework Horizon 2020 SME Phase2. E’ stata protagonista in due seminari internazionali sul legal-tech - IRIS2017 e IRIS2018- risultando nella top-10 degli articoli scientifici. Ha ricevuto 1 parere legale sulla fondamentale importanza del servizio In ambito forense. La società è stata incubata da due enti di sviluppo.
Diverse anche le convenzioni stipulate con enti istituzionali e associazioni di rilevante importanza come la Cassa Forense, l’Associazione Italiana Giovani Avvocati di Roma, l’Osservatorio Nazionale Informativa Forense, l’Università degli Studi di Catania, Future Touch Srl, Infotech Srl e altri ancora.



0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori