Home / Tendenze / Natale a Pordenone, Dirotta su Cuba e poi laboratori, cinema e teatro

Natale a Pordenone, Dirotta su Cuba e poi laboratori, cinema e teatro

Giornata ricca di eventi, sabato 14 dicembre, con tanti eventi per tutti, in particolare per i bambini e le famiglie

Natale a Pordenone, Dirotta su Cuba e poi laboratori, cinema e teatro

Giornata ricca di eventi sabato 14 dicembre per il Natale a Pordenone, con tanti eventi per tutti, ma in particolare per i bambini e le famiglie.
Per loro si comincia già dal mattino alle 10.30, nell’Oratorio della Chiesa del beato Odorico Quartiere Roraigrande, dove Ortoteatro presenta Prezzemolina, tratta dalle Fiabe di Italo Calvino, una fiaba piena di magia, di divertimento e di avvincenti colpi di scena. Nel pomeriggio ci saranno letture (alle 17 in biblioteca), laboratori (ore 15 nella biblioteca di Torre e al Paff!) e cinema (ore 16 Cinema Don Bosco). In biblioteca saranno attivi dalle 15.30 il Bosco degli Elfi (tra laboratori, giochi e animazioni) e il Baby Care di Melarancia, mentre in piazza XX Settembre Babbo Natale sarà presente davanti alla sua casetta aspettando bambini e letterine. Dalle 15 da piazzale Ellero prendono il via le magiche scorribande in città del trenino delle feste.
Alle 16 nel Convento San Francesco il Teatro Potlach presenta “Direttori d’orchestra”, ovvero due clown super simpatici. Nathalie Mentha e Irene Rossi danno vita a una strana coppia di musiciste col naso rosso, mentre provano “Le quattro stagioni” di Vivaldi. Unite da un’amicizia tenera ma turbolenta, ne fanno di tutti i colori: litigano, fanno a pugni, si riconciliano, si fanno scherzi a vicenda, ma dividono anche la fame e in fin dei conti l’ultimo biscotto. A metterle alla prova anche un incontro con un fantasma. Scene comiche, tenere e a volte assurde si susseguono con ritmo frenetico, strizzando l'occhio al gioioso mondo degli artisti di varietà, alla loro allegra disinvoltura, alla loro fede incrollabile nella missione di divertire. Lo spettacolo per la sua ricchezza di situazioni buffe e curiose, per il ritmo e i diversi livelli di associazione è adatto ad un pubblico di bambini e bambine dai 3 anni in poi come pure per un pubblico adulto, che lo vedrà in modo diverso ma non meno divertito.

Diverse le proposte nei quartieri a Torre: alle 16, nella parrocchia ss Ilario e Taziano consegna dei diplomi agli ex allievi della scuola Lozer; nella Parrocchia s. Agostino alle 18.00 mercatini solidali.

Frizzante la colonna sonora della giornata. Due i concerti itineranti: del gruppo di cornamuse Calengol, che si esibirà alle 16 in Borgo Colonna , spostandosi poi alle 17.30 in centro città, e del Coro Polifonico S. Antonio Abate di Cordenons. Quest’ultimo, con la direzione di Monica Malachin, dopo aver omaggiato il Pordenone con un concerto al Museo Ricchieri, il 30 novembre, scende in piazza tra la gente per portare lo spirito del Natale. Alle 11 sotto la Loggia del Municipio si esibiranno i Piccoli dell'Antoniano con brani natalizi accompagnati da Silvia Spironelli del gruppo Teatro Pordenone "Luciano Rocco", che leggerà alcuni racconti tratti dalla tradizioni di tutto il mondo sul Natale. I due cori si sposteranno poi lungo Contrada Maggiore verso piazzetta Cavour. Per l’occasione il Polifonico ha scelto brani natalizi provenienti da diversi tradizioni, da White Christmas a Stille Nacht, da Adeste fideles a A hymn to the Virgin di Britten, da Joy to the Word di Handel ai tradizionali The first Noel (Cornovaglia), An irish blessing (Irlanda) Evening rise (nativi americani).
Alle 20.45 il Pordenone Christmas festival porta in piazza XX Settembre con ingresso libero la band di musica funky e acid jazz più rinomata d’Italia: i Dirotta su Cuba, trio formato da Simona Bencini, Rossano Gentili e Stefano De Donato. Coi loro singoli da alta classifica hanno fatto divertire e ballare tutta l’Italia con grandi successi come "Gelosia" (che li lanciò nel 1994), "Liberi di Liberi da", "Sensibilità", "E’ andata così" (presentata al Festival di Sanremo) e dunque faranno ballare anche ancora tutta piazza XX Settembre. In scaletta tutti i loro successi e Good Things, il loro primo brano in inglese: un brano pop-funk con incursioni gospel ispirato da un viaggio a Londra compiuto dal gruppo alla ricerca delle proprie radici musicali e del proprio sound uscito quest’anno. I Dirotta Su Cuba continuano dunque a fondere le sonorità funky che da sempre li contraddistinguono, dagli arrangiamenti complessi ed estremamente ricchi tipici dei loro live, alle nuove tendenze black delle produzioni d’oltreoceano, a cui sono molto sensibili. Il nuovo cammino intrapreso dai Dirotta Su Cuba, a partire dall’ultimo album “Studio Session Vol. 1” e continuato con i nuovi brani in inglese, li ha visti impegnati in lungo tour tutto sold out nei club più importanti d’Italia, culminato con quattro spettacoli da tutto esaurito al Blue Note di Milano, un importante concerto con gli Incognito sul palco dell’Experience di Milano e con collaborazioni del calibro di Fabrizio Bosso, Antonio Faraò, Dennis Chambers e Gary Grainger.
Alle 21 nella Bastia di Torre, Speakeasy presenta S-confinate, spettacolo di e con Serena Di Blasio, Caterina Di Fant, Valentina Rivelli; video di Ruben Vuaran; coproduzione Teatro della Sete e 47/04. Tre istantanee dell’anima, tre ritratti, specchi del volto e dell’animo umano. Come ha rappresentato la donna l’arte nel tempo? A partire dalla riflessione sull’opera artistica di Leonardo tre attrici hanno fatto un viaggio scegliendo tre rappresentazioni. Tra donne di epoche diverse a confronto con uno spazio recluso, ristretto. La loro libertà di spaziare controcorrente. Un dialogo fra attrici e video, dove le immagini interagiscono con il narrato, in un dialogo di compensazioni. Spettacolo ore 21 in Sala Bastia del Castello di Torre, dalle 20 aperitivo con Vigneti Pitars, Vanilla Sky 2.0 e Erica Santarossa.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori