Home / Tendenze / Nuova scuola primaria a Ruda

Nuova scuola primaria a Ruda

Il Comune presenta domanda per il progetto nell’area delle ex caserme di Perteole. Ok della Regione

Nuova scuola primaria a Ruda

Si concretizza il progetto di realizzazione del nuovo plesso scolastico nell'area delle ex caserme di Perteole. La domanda di finanziamento del Comune di Ruda, in un primo momento valutata positivamente dalla Regione ma non riscontrata dall'Inail, è stata rivalutata nella nuova presentazione di domanda che ha permesso di rivedere il valore dell’opera fino all’attuale preventivo di 3,8 milioni di euro.

Ora l’Inail, impegnata in investimenti per la realizzazione di nuovi edifici scolastici, potrà procedere con il finanziamento dell’opera. “L'area verrà ripensata nel suo complesso. Questo intervento permetterà di riqualificare la zona delle ex caserme e creare una fruibilità scolastica più baricentrica. Al Comune il compito di demolire le vecchie palazzine non più necessarie. Toccherà sempre a noi, con il supporto della Regione, procedere con tutti i livelli di progettazione per poi consegnare all’Inail tutto il necessario per iniziare i lavori”, commenta il Sindaco di Ruda Franco Lenarduzzi.

Il nuovo plesso scolastico, che verrà realizzato nell’ampio parco dove è già presente la sede comunale della Protezione Civile, permetterà di accogliere tutti i bambini e ragazzi che frequentano la scuola primaria a Ruda. E questo in un ambiente attrezzato, con didattiche di tipo avanzato e innovativo, nel rispetto delle più stringenti norme di sicurezza, antisismiche e sostenibilità ambientale.

“È stato un inter molto complesso. In un primo momento la Regione non aveva considerato alcuni aspetti sostanziali dell’opera, così l'Inail non ebbe la possibilità di procedere da subito con il finanziamento. Abbiamo dovuto rifare le pratiche, ridefinendo e ripresentato la domanda, fino all’odierno accoglimento. Le risorse INAIL ancora disponibili potranno essere così indirizzate verso questa realizzazione, fondamentale per tutto il nostro territorio”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori