Home / Tendenze / Nuove alberature e sostituzioni nel centro di Grado

Nuove alberature e sostituzioni nel centro di Grado

Attesa fino a marzo secondo le indicazioni del vivaista ma prima della stagione

Nuove alberature e sostituzioni nel centro di Grado

Nel prossimo mese di febbraio, prima dell’inizio della stagione turistica, sono previsti alcuni importanti interventi di abbattimento, sostituzione e nuove messe a dimora di alberi, anche nelle aree del centro cittadino di Grado. Il Sevizio Manutenzioni e Verde Pubblico ha affidato infatti, a marzo 2018, la sostituzione e di 39 alberi e la fornitura 'ex novo' di ulteriori 27 all’azienda agricola 'Vivai Olivo Toffoli' di Azzano Decimo, per una spesa totale di 18.600 euro. Parte di questi sono già stati messi a dimora la scorsa primavera - 38 in totale, in gran parte lungo la viabilità di Colmata, oltre che in via Rizzo e nell’area verde di via Venezia Giulia. Gli interventi rimanenti di maggior rilievo riguardano la sostituzione di 15 acacie in Viale Dante, in quanto trattasi di piante deperite ed rischio di schianto, che saranno sostituite con altrettanti esemplari della stessa specie, la sostituzione di due acacie deperite ed eccessivamente inclinate in piazza XXVI Maggio - a fianco all’Hotel 'Città di Trieste' saranno sostituite con lagerstroemie, di minori dimensioni e più adatte allo spazio disponibile - la posa di un nuovo albero in piazza Biagio Marin, nell’aiuola a fianco agli scavi archeologici. Tali interventi hanno richiesto il nulla osta della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici del Friuli Venezia Giulia, la quale ha prescritto, tra le altre cose, anche la sorveglianza archeologica durante gli interventi di scavo.Inoltre, al fine di valorizzare la zona di arenile di Grado Pineta adiacente la nuova passeggiata a mare, come annunciato durante lo scorso Consiglio Comunale dall’assessore al Verde Pubblico Fabio Fabris in risposta a un interrogazione del consigliere Kovatsch, verranno messe a dimora 87 nuove piante che andranno in sostituzione a quelle tagliate. Più precisamente nove Tamarix 'africana' a ceppaia con minimo 3 fusti, altezza totale di tre metri/tre metri e mezzo con castello a tre pali e due file di mezzi pali, inclusa irrigazione manuale e garanzia biennale di attecchimento da mettere sulla spiaggia lungo la nuova pista ciclo pedonale indicativamente davanti al camping 'Al Bosco, tre  Pinus halepensis di tre metri con castello a tre pali e due fila di mezzi pali, ventiquattro teucrium fruticans arbusti ben accestiti di un metro d'altezza, ventiquattro Phillyrea arbusti ben accestiti di un metro d'altezza, ventiquattro Pistacia lentiscus arbusti ben accestiti semore di un metro d'altezza e tre Vitex agnus castus arbusto a ceppaia altezza maggiore di un metro e mezzo. Vista la tipologia di specie scelta, il vivaista ha consigliato l’impianto delle alberature a fine inverno/inizio primavera. Pertanto l’intervento è stato programmato nel mese di marzo.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori