Home / Tendenze / Nuovo mezzo per la Protezione civile di Ronchi dei Legionari

Nuovo mezzo per la Protezione civile di Ronchi dei Legionari

E' arrivato il tempo della pensione per il Land Rover 90 in forza al gruppo comunale da 25 anni

Nuovo mezzo per la Protezione civile di Ronchi dei Legionari

E' arrivato il tempo della pensione per il Land Rover 90 in forza al gruppo comunale della Protezione civile di Ronchi dei Legionari. Dopo 25 anni di onorato servizio e migliaia di chilometri sul groppone. A rendere nuovo ed efficiente il parco macchine, adesso c'è una Toyota Hilux, mezzo fuoristrada con cinque posti a sedere e che sarà equipaggiata con moduli specifici, intercambiabili, adatti ad ogni tipo di intervento. Il mezzo è stato acquistato con fondi comunali, ai quali si è aggiunto un contributo della Cassa rurale del Friuli Venezia. Ad illustrarne le caratteristiche è stato il coordinatore, Michele Micheluzzi, alla presenza, tra gli altri, degli assessori, Roberto Fontanot e Giampaolo Martinelli, del consigliere, Renato Chittaro, che ha seguito l'allestimento del mezzo, del coordinatore distrettuale, Ennio Medeot, dei parroci della città, don Umberto Bottacin e don Ignazio Sudoso, assieme a don Mirko Franetovich ed il comandante della stazione Carabinieri, Mario Egidi. “Crediamo molto all'importante servizio svolto dai nostri volontari – ha detto il sindaco, Livio Vecchiet – ed è anche per questo che siamo sempre stati vicini, con i fatti, alla Protezione civile. Ma non possiamo non ringraziare la Cassa rurale che si è sempre dimostrata attiva sul territorio”. A rappresentare l'istituto di credito il direttore generale, Andrea Musig ed il vicepresidente, Roberto Tonca, il quale ha sottolineato proprio l'impegno e la professionalità di una Protezione civile, quella ronchese, che è un esempio per tutta la regione.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori