Home / Tendenze / Nuovo portale Centrale unica di committenza, una rivoluzione per enti e imprese

Nuovo portale Centrale unica di committenza, una rivoluzione per enti e imprese

Una vera e propria miniera di informazioni per gli operatori, con aggiornamenti costanti in materia di appalti, strumenti formativi innovativi e una profilazione ad hoc per visualizzare la documentazione di gara riservata

Nuovo portale Centrale unica di committenza, una rivoluzione per enti e imprese

"Il nuovo portale della Centrale unica di committenza (Cuc) rappresenta una rivoluzione digitale nel mondo degli appalti del Friuli Venezia Giulia. È il risultato di un processo di efficientamento resosi necessario per il volume imponente di negoziazioni registrate negli ultimi anni che ha superato il miliardo e mezzo di euro. Adesso, grazie a questo strumento innovativo, per gli enti del nostro territorio basteranno pochi click per staccare gli ordinativi di fornitura per acquistare merce o dare avvio ad alcuni servizi".

Questo il commento dell'assessore ai Sistemi informativi, Sebastiano Callari, in merito alla generalità approvata dalla Giunta regionale.

Digitalizzazione, semplificazione e trasparenza. Sono questi i concetti chiave che animano il progetto del nuovo portale della Centrale unica di committenza - Soggetto aggregatore della Regione, consultabile all'indirizzo https://cucsa.regione.fvg.it. Uno strumento rivolto principalmente alle stazioni appaltanti e agli operatori economici del territorio coinvolti nel mondo del "procurement" pubblico.


"L'idea di base - spiega Callari - è quella di velocizzare, standardizzare e semplificare i processi. In questo modo la Regione, i Comuni e gli altri enti convenzionati possono aderire ai contratti quadro messi a disposizione dalla Centrale unica di committenza per ottenere beni e servizi senza dover ricorrere ad articolate e complesse procedure di gara".

Il nuovo portale, inoltre, è una vera e propria miniera di informazioni per gli operatori, con aggiornamenti costanti in materia di appalti, strumenti formativi innovativi e una profilazione ad hoc per visualizzare la documentazione di gara riservata. È anche un luogo privilegiato per ottenere consulenze mirate con quesiti a risposta rapida sui procedimenti in corso o supporto più articolato anche in tema di programmazione e progettazione delle gare di acquisto.

"Tutto questo si traduce in una maggiore efficienza per la pubblica amministrazione e in un evidente vantaggio per il sistema produttivo del Friuli Venezia Giulia. Gli operatori economici aggiudicatari delle gare Cuc potranno infatti ricevere e monitorare gli ordini e - conclude Callari - procedere all'attivazione dei servizi grazie al sistema digitale messo a disposizione gratuitamente dalla Regione".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori