Home / Tendenze / Patrimonio dismesso, una risorsa per il futuro

Patrimonio dismesso, una risorsa per il futuro

A Palmanova un evento social per rilanciare il tema della rigenerazione urbana

Patrimonio dismesso, una risorsa per il futuro

A Palmanova un evento social per rilanciare il tema della rigenerazione urbana, nell’ambito del percorso partecipativo previsto dal servizio appaltato dall'Agenzia del Demanio interno al PUVAT, inerente studi di fattibilità per la valorizzazione di immobili di proprietà pubblica ad oggi dismessi.

In occasione della rievocazione storica Palma alle armi – 1809 l’Assedio dello scorso sabato 7 settembre, un gruppo di appassionati fotografi della community Igersfvg è stato ospite a Palmanova e protagonista dell’Instameet “La Difesa del Futuro”.

Accampamenti e divise napoleoniche non sono stati gli unici soggetti ad essere fotografati: gli igers hanno fatto un continuo salto temporale alla riscoperta di specificità storico-logistiche di Palmanova, entrando eccezionalmente in alcuni tra i più singolari immobili in attea di essere riqualificati. Ad accompagnare i partecipanti alla scoperta dei luoghi (le ex caserme Ederle, Piave, Montezemolo, Gamerra, oltre ad alcuni tratti della galleria del rivellino veneziano) gli interessantissimi aneddoti dell’ing. Fabrizio Zavagno, grande esperto e appassionato della storia di Palmanova.

Il Sindaco di Palmanova Francesco Martines: “Palmanova è una città dalle enormi potenzialità, sia per la sua rinnovata attrazzione turistica sia per la grande disponibilità di spazi e immobili, interni alla fortezza, da poter riqualificare. Un’eredità del passato che ora può diventare un punto di rilancio. Assieme al Demanio, il Comune sta lavorando in questa direzione. Aprendo i cancelli, mostrando il patrimonio a disposizione per valorizzarlo e renderlo attrattivo, affiancando a questo idee e proposte di riutilizzo concrete e sostenibili”.

La formula dell’Instameet, già sperimentata con successo in altri luoghi suggestivi della Regione (lago di Sauris, Monte Lussari, Porto Vecchio di Trieste) è stata scelta con l’obiettivo di far veicolare immagini di luoghi da anni preclusi al pubblico attraverso uno dei social media più diffusi, per contribuire a far immaginare un loro futuro riutilizzo. Gli scatti della giornata, postati su Instagram attraverso l’utilizzo di hashtag dedicati tra cui #ladifesadelfuturo #casermeaperte, hanno generato da subito un notevole interesse in termini di like e visualizzazioni.

Far conoscere e riscoprire l’immenso patrimonio ad oggi dismesso è una delle sfide che si sono posti i professionisti aggiudicatari dello studio di fattibilità: attività come l’Instameet facilitano la diffusione di immagini, storie, aneddoti e curiosità, arricchendo contemporaneamente la consapevolezza di un patrimonio condiviso che per essere riqualificato necessita del coinvolgimento attivo di tutta la comunità.

La giornata è stata organizzata con la preziosa collaborazione dell’Agenzia del Demanio FVG, del Comune di Palmanova e della Protezione Civile Regionale.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori