Home / Tendenze / Pordenone, prima pietra per il nuovo Polo Tecnologico

Pordenone, prima pietra per il nuovo Polo Tecnologico

Al via l'ampliamento della struttura, grazie anche a 1,5 milioni della Regione

Pordenone, prima pietra per il nuovo Polo Tecnologico

"L'ampliamento del Polo Tecnologico di Pordenone rappresenta un positivo esempio di ecosistema territoriale dell'innovazione, frutto della collaborazione tra istituzioni pubbliche e private e destinato a esercitare un forte rilancio dell'economia locale". Lo ha detto oggi a Pordenone l'assessore regionale alla Ricerca Alessia Rosolen in occasione della cerimonia del taglio del nastro per l'avvio dei lavori di ampliamento del Polo Tecnologico. Con l'incremento della superficie attuale, pari a circa 1500 metri quadrati, sono previsti la ristrutturazione e il recupero di un'area scoperta del fabbricato esistente e la realizzazione di un nuovo corpo di fabbrica collegato e omogeneo a quello centrale dei laboratori, in risposta alla continua richiesta di nuovi spazi da parte delle imprese del territorio.

Per questa operazione è previsto un investimento complessivo pari a 2,65 milioni di euro, per il quale la Regione ha stanziato 1,56 milioni con due contributi, assicurando così la copertura del 60% dell'investimento, a conferma dell'intenzione dell'Amministrazione regionale di puntare risolutamente sull'innovazione.

"A vent'anni dalla sua fondazione - ha detto l'assessore in occasione dell'inaugurazione - continua l'espansione del Polo Tecnologico di Pordenone che aumenta i suoi spazi nell'area del Parco tecnologico "Andrea Galvani" e si conferma vero e proprio distretto Ict della regione Friuli Venezia Giulia. La realizzazione di infrastrutture per la ricerca avanzata e di reti di servizi a disposizione dei cittadini e del tessuto imprenditoriale locale e nazionale ha l'obiettivo di potenziare e attrarre nuove attività e di rispondere alla domanda di innovazione e crescita di una Regione che ha scelto con convinzione di puntare su formazione, ricerca e innovazione. Un plauso va rivolto all'amministrazione perché difficilmente in una legislatura si arriva alla costruzione di un intervento che viene finanziato; in questo caso invece è stato dimostrato che ciò può essere invece realizzato".

Guardando al futuro del Polo l'assessore ha ricordato che la Regione sta lavorando con i vertici della struttura al fine di incrementarne le potenzialità. "Stiamo investendo - ha spiegato Rosolen - in una nuova visione strategica su ciò che sarà il Polo Tecnologico di Pordenone. Per questo motivo costruiremo assieme un intervento di aumento di capitale e un contestuale ingresso di nuovi investitori che credono in queste scommesse".

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori