Home / Tendenze / Porta a porta a Udine, nuovo contenitore per il verde

Porta a porta a Udine, nuovo contenitore per il verde

Chi ne farà richiesta potrà farsi consegnare un contenitore aggiuntivo, oppure optare per la compostiera

Porta a porta a Udine, nuovo contenitore per il verde

Si è tenuta oggi a Palazzo D’Aronco una riunione sul tema della raccolta del verde a Udine alla quale hanno partecipato il Sindaco Pietro Fontanini, il Direttore di Net S.p.A. Massimo Fuccaro, l’assessore all’ambiente Silvana Olivotto e il consigliere e presidente della Commissione ambiente Giovanni Govetto.

“Ho chiesto questo incontro al Direttore della Net Massimo Fuccaro - ha commentato il Sindaco - per cercare di venire incontro a quei cittadini proprietari di casa con giardino che stanno riscontrando dei disagi legati al fatto di dover conservare per alcuni giorni gli sfalci in attesa del passaggio del mezzo per la raccolta. Per questo, abbiamo deciso di consegnare gratuitamente a chi ne farà richiesta un contenitore aggiuntivo dedicato alla conservazione del verde. Rimane ovviamente valida la possibilità di fare gratuitamente richiesta della compostiera che, oltre a determinare uno sconto del 20% sulla tariffa, elimina il problema a monte, permettendo di riutilizzare il materiale di scarto nel ciclo di vita del giardino”.

"In questi primi sette mesi di messa a terra del sistema “casa per casa" - ha aggiunto Fuccaro - stiamo costantemente rilevando dati analitici molto utili per valutare e ideare nuovi step evolutivi al servizio, da apportare nell'immediato ovvero dopo la messa a terra completa del nuovo sistema su tutto il territorio cittadino. In merito al servizio di raccolta domiciliare del rifiuto cosiddetto "verde da sfalci e piccole potature", a seguito di analisi tecnico-operative, abbiamo proposto all'Amministrazione comunale uno step di evoluzioni migliorative che sicuramente avranno un ulteriore influenza positiva sulla qualità ed efficienza del servizio stesso. Nello specifico questi step migliorativi saranno apportati in due fasi: una prima fase, con attivazione immediata in favore dell'utenza, vede la possibilità di conferire piccoli quantitativi di sfalci o potature direttamente in un sacchetto compostabile all'interno del contenitore di colore marrone relativo al rifiuto organico-umido. È consentita inoltre l'esposizione di esclusivamente un sacchetto compostabile da 30 litri extra da posizionare sopra il coperchio del bidoncino da 25 litri già in dotazione alle mono-utenze (frequenza di raccolta bisettimanale). La seconda fase, prevista a partire dal mese di settembre, prevederà, su richiesta del singolo utente (da effettuare tramite canali telefonici o digitali) la fornitura, in comodato d'uso gratuito, esclusivamente di un contenitore adeguato con il coperchio/portella di colore "beige", il quale dovrà essere esposto con le medesime modalità previste per il servizio di raccolta puntuale del "verde" attualmente in uso (prenotazione telefonica o tramite portale online ed esposizione in giornata stabilita di volta in volta)".

“Ad oggi - ha precisato l’assessore Olivoitto - esistono varie soluzioni legate alla raccolta del verde dedicate appositamente alle famiglie proprietarie di case con giardino. Si parte dal bidoncino dell’umido, nel quale possono essere conferite piccole quantità di verde, al contenitore aggiuntivo, del quale abbiamo parlato oggi e che verrà consegnato su richiesta dei cittadini, alla compostiera alla possibilità di utilizzare le piazzole ecologiche. Mi auguro che, con questa soluzione, anche per quanto riguarda il verde si sia trovato un equilibrio capace di soddisfare gli utenti interessati da questo tipo di raccolta”.

Soddisfatto per l’incontro e per l’individuazione della soluzione anche il consigliere Govetto. “Il fatto che l’introduzione del sistema ‘casa per casa’ sia stato avviato per step - ha dichiarato - ci permette oggi di effettuare correzioni e miglioramenti in itinere, con l’unico obiettivo di raggiungere la massima efficienza nel metodo di raccolta e nella differenziazione di rifiuti. Il fatto che d’ora in poi ci sia la possibilità di richiedere il contenitore del verde è un esempio concreto di questa nostra attenzione. Ciò avviene analizzando i dati, che oggi sono addirittura al di sopra delle aspettative, a dimostrazione della grande capacità degli udinesi di adattarsi alle novità e del loro grande senso di responsabilità civile e ambientale, e ascoltando direttamente i cittadini”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori