Home / Tendenze / Premiati i migliori cacciatori di stelle

Premiati i migliori cacciatori di stelle

Successo per l'innovativo concorso promosso dal gruppo Autostar

Premiati i migliori cacciatori di stelle

Si è concluso ‘Catch the Star’, il concorso digitale lanciato in estate dal Gruppo Autostar, basato su un gioco interattivo per social network e dispositivi mobili. L’azienda, però, annuncia già altre sorprese: un’iniziativa che metterà in palio nuovi premi e sarà pronta prima di Natale.

Intanto, i più abili a catturare le stelle virtuali messe in circolazione dal gioco sono stati Stefano Bagaglio e Giovanna Tosi, entrambi residenti in Lombardia, e Renata Chiappino di Udine. I tre si sono aggiudicati, rispettivamente, un cellulare, un tablet e l’iscrizione al programma ‘Global Star Registry’ che assegna il nome a una stella vera.

I vincitori hanno avuto la meglio su oltre 400 appassionati di mobile game che hanno preso parte alla sfida, aperta da luglio a ottobre. Una sfida tutta digitale che richiedeva di catturare il maggior numero di “stelle” con un videogioco in 2D su Facebook e un’applicazione in realtà aumentata per smartphone e tablet.

Quest’ultima, una volta scaricata sul dispositivo, riconosceva come un radar la presenza di stelle virtuali nei dintorni e le rendeva visibili sullo schermo. Bastava poi cliccarci sopra per aggiudicarsi punti. I vincitori sono riusciti a conquistare più di 9.500 “astri” ciascuno, intercettandoli per le vie e nei locali della regione e di altre città italiane in cui erano stati disseminati dal sistema informatico.

“Catch the Star è stata una vera e propria novità - commenta Giovanni Cadamuro, responsabile marketing del gruppo Autostar -. Nata per avvicinare i più giovani, giocando sui loro stili di vita e di socializzazione, ha conquistato un po’ tutti per il format ingaggiante, divertente e molto originale”.

A rendere il contest particolarmente innovativo sono stati gli aspetti tecnologici, che hanno sfruttato, per la prima volta in un concorso regionale, le funzionalità della realtà aumentata, integrata con web e social network. L’iniziativa è stata accompagnata anche da un sito internet sul quale si poteva vedere la classifica aggiornata in tempo reale e da una serie di eventi estivi durante i quali si svolgevano sessioni di gioco speciali, le “battle arena”, in cui venivano “rilasciate” stelle di maggior valore da conquistare sul campo. Una sfida, insomma, basata sul virtuale che offriva però anche occasioni di incontro e svago a suon di musica e divertimento.  

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori