Home / Tendenze / Riqualificazione sismica, indagini e lavori nelle caserme

Riqualificazione sismica, indagini e lavori nelle caserme

A livello nazionale 72 le strutture interessate, anche in Fvg. L'Agenzia del Demanio svolgerà la funzione di stazione appaltante

Riqualificazione sismica, indagini e lavori nelle caserme

Firmato oggi il piano operativo tra Agenzia del Demanio e Esercito Italiano per programmare e dare attuazione alle attività di prevenzione del rischio sismico sugli immobili statali in uso.

L’accordo coinvolge nove caserme dislocate in quattro regioni a elevato rischio sismico: Campania, Friuli Venezia Giulia, Marche e Umbria.

Si tratta complessivamente di 72 fabbricati in uso alla Difesa, ramo Esercito, sui quali eseguire le verifiche di vulnerabilità sismica, per cui l’Agenzia svolgerà la funzione di stazione appaltante e affiderà i servizi necessari a effettuare le indagini e i rilievi a operatori esterni attraverso l’avvio di un'apposita gara che sarà suddivisa in sei lotti.

L’intesa s'inserisce in una collaborazione istituzionale tra Ministero della Difesa e Agenzia del Demanio che coinvolge i vari comparti delle forze armate: un accordo analogo è stato già sottoscritto con la Marina Militare nel marzo 2020, mentre sono in corso le interlocuzioni con l’Arma dei Carabinieri per definire le medesime attività.

In base alle singole esigenze e nei limiti delle risorse annualmente disponibili per le attività di riqualificazione sismica, questi piani operativi definiti con ciascuna forza armata interessata, consentono di programmare e dare attuazione concreta alle iniziative di prevenzione del rischio sismico su immobili statali in uso, individuando i beni oggetto di intervento e i servizi che si rendono necessari. 

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori