Home / Tendenze / San Vito, al via la differenziata del vetro

San Vito, al via la differenziata del vetro

A partire da giovedì 28 gennaio partirà la sostituzione dei contenitori attualmente sul territorio con quelli nuovi

San Vito, al via la differenziata del vetro

A partire da giovedì 28 gennaio partirà a San Vito al Tagliamento la raccolta differenziata del vetro con la sostituzione dei contenitori attualmente sul territorio con quelli nuovi.

Si dà così avvio al nuovo servizio di raccolta separata di vetro colorato e vetro non colorato progettato da Ambiente Servizi con il sostegno di CoReVe (è il Consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero dei rifiuti di imballaggio in vetro).

“Nel concreto, si tratterà di separare il vetro colorato da quello non colorato in due differenti contenitori - spiega il Sindaco Antonio Di Bisceglie - i quali saranno posizionati prossimamente nel nostro territorio, a cura da Ambiente Servizi. Il progetto targato Ambiente Servizi dal titolo “Il mio vetro è differente”, non solo è di particolare valore ambientale ma rientra nell’ottica dell’economia circolare e si affianca ad un importante investimento di una realtà industriale - Julia Vitrum - che presto si insedierà in Zona industriale Ponte Rosso e prevede come core business il riciclo e recupero del vetro colorato”.

Va ribadito dunque che a partire dal prossimo 28 gennaio a San Vito al Tagliamento si vedranno i nuovi contenitori, realizzati con plastiche riciclate, per ricevere in uno tipo il vetro colorato e nell’altro quello bianco o non colorato: sul sito web della società (www.ambienteservizi.net) saranno forniti tutti le notizie a riguardo e gli aggiornamenti necessari.

Non cambieranno, di fatto, le attuali abitudini sulla corretta separazione e conferimento degli imballaggi in vetro: gli imballaggi in vetro non colorato andranno conferiti nel contenitore con il coperchio bianco, mentre gli imballaggi in vetro colorato nel contenitore con il coperchio verde.

Come comunicato da Ambiente Servizi, “Il mio vetro è differente” è il primo progetto similare promosso sul territorio nazionale e “si sposa perfettamente con le linee guida tracciate dalla Commissione Europea sull’economia circolare: il vetro sarà riciclato di più e meglio, mentre il servizio sarà svolto dai nuovi automezzi “verdi” a biometano, il metano ricavato dalla lavorazione dei rifiuti organici raccolti nel bacino servito”.

E così pure i nuovi veicoli acquistati dalla società consentiranno di limitare le emissioni di CO2 durante le raccolte (circa il 25% in meno rispetto al gasolio) e di ridurre significativamente i carichi di lavoro a cui erano sottoposti gli addetti. “Se prima l’operatore doveva necessariamente scendere dal mezzo per completare le operazioni di carico, grazie ai nuovi veicoli lo svuotamento dei contenitori avverrà in modo automatico attraverso l’utilizzo del caricatore laterale”. Si va dunque su una linea di piena sostenibilità ambientale coniugata con la sicurezza sul lavoro per una migliore qualità della vita di tutti.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori