Home / Tendenze / Schiavi dei telefonini intelligenti

Schiavi dei telefonini intelligenti

Siamo sempre attaccati al telefono, ma è bene ricordarsi che si tratta di un dispositivo che emette radiazioni elettromagnetiche

Schiavi dei telefonini intelligenti

a debita distanza. Ormai non possiamo farne a meno. Il telefono portatile fa parte del nostro corredopersonale, ma mentre prima ci si limitava alle telefonate, ora lo usiamo anche per consultare Internet. A conti fatti, siamo sempre attaccati al telefono, ma è bene ricordarsi che si tratta di un dispositivo che emette radiazioni elettromagnetiche, al pari dei cordless presenti in casa, e che vanno seguiti alcuni accorgimenti per limitare l’esposizione.
La prima, e la più ovvia, è che è meglio essere brevi e ricordarsi che tanto minore è il segnale captato, tanto maggiori saranno le radiazioni emesse dal cellulare.

Se si prevede una lunga conversazione, è meglio usare l’auricolare con il filo, in modo tale da allontanare il telefono dal cervello, l’organo più esposto e sensibile ai danni prodotti dalle onde elettromagnetiche. E’ bene ricordare inoltre che quando si effettua una chiamata il telefono emette maggiori radiazioni e dunque, appena composto il numero, sarebbe meglio tenere il telefono distante. L’uso di un auricolare bluetooth riduce le radiazioni ma non le azzera.
Anche chi usa un modem Wi-fi in casa deve tenere conto del fatto che si tratta di un dispositivo che emette radiazioni, sebbene a bassa intensità. La raccomandazione dunque, sempre che ciò sia tecnicamente possibile, è di tenere il Wi-fi spento quando non occorre  e collocare il modem il più lontano possibile dal luogo dove si staziona per lavorare al Pc.

Articoli correlati
0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori