Home / Tendenze / Sempre più grande il mercato di San Vito al Tagliamento

Sempre più grande il mercato di San Vito al Tagliamento

Salirà a 103 il numero dei posteggi per ambulanti. Saranno migliorate la sicurezza e l’ampiezza

Sempre più grande il mercato di San Vito al Tagliamento

Ricevuto il via libera dal Consiglio comunale, a breve entrerà in vigore il nuovo regolamento per la disciplina del commercio su aree pubbliche. In questo modo, il tradizionale mercato generale del venerdì che si tiene in centro storico, viene riorganizzato migliorandone la sicurezza, l’ampiezza e l’attrazione e così il numero dei posteggi per ambulanti salgono a 103, per un’area complessiva che supera i 4.000 mq.

Una scelta ancora più “obbligata”, quella della riorganizzazione della disciplina del commercio su aree pubbliche, dopo lo scoppio della pandemia nel 2020, per dare seguito ai dettami delle disposizioni degli organi competenti, che hanno reso necessario l’occupazione di nuovi spazi, in particolare con la presenza di bancarelle fuori dalle Fosse, per tutta via Roma. Una nuova disposizione dei banchi, sperimentale, determinatasi anche dalla necessità di spostare gli ambulanti di via Amalteo, oggetto fino a poco tempo fa dei lavori di riqualificazione. Il cantiere ha chiuso e si è potuto attuare una riorganizzazione definitiva degli spazi. Richiesta arrivata dalle stesse associazioni di categoria che avevano chiesto all’Amministrazione di lavorare “presto e insieme” per pensare di concerto al nuovo mercato del venerdì.


In questi mesi si è lavorato in tal senso producendo il nuovo regolamento e, al contempo, si è arrivati alla definizione della nuova graduatoria degli operatori ambulanti, che aggiorna l’ultima in vigore risalente al 1994. A tutti gli operatori del mercato, quindi, è stata notificata la graduatoria aggiornata sulla base della documentazione presentata dagli operatori e di quella reperita negli archivi storici dall’Amministrazione comunale. In attesa della scadenza dei termini per eventuali osservazioni e/o integrazioni di documentazione da parte degli operatori, l’Amministrazione procederà con il confronto con le organizzazioni di categoria per affrontare altri temi che non erano di competenza del regolamento.

Definito il nuovo “Regolamento per la disciplina del commercio su aree pubbliche”, nei giorni scorsi è stato approvato dal Consiglio comunale: al momento del voto in aula, favorevoli tutti i consiglieri di maggioranza, mentre l’opposizione si è distinta (Amo San Vito ha votato a favore, gli altri gruppi si sono astenuti). A spiegare le novità è l’Assessore al Commercio, Pier Giorgio Sclippa: “L’Amministrazione comunale ha provveduto all’aggiornamento del testo sulla base della normativa e sulla base di un puntuale studio sulla necessità di garantire la gestione delle emergenze e del protocollo sicurezza. Ha inoltre accolto anche le osservazioni inviate dall’organizzazione di categoria FIVA Confcommercio ASCOM che hanno consentito di migliorare ulteriormente il regolamento relativamente alla qualità del mercato: decoro, ordine, pulizia, rispetto delle distanze”.

Oltre a confermare le aree destinate al mercato storicamente utilizzate, l’Amministrazione ha confermato come nuova area da destinare al mercato anche via Roma, utilizzata proficuamente e con soddisfazione generale durante gli ultimi mesi. In realtà si tratta di un ritorno dei commercianti ambulanti in via Roma, dove fino a qualche decennio fa erano una presenza stabile e sono tornati successivamente durante i lavori di riqualificazione di Piazza del Popolo. Il nuovo regolamento consente inoltre una più adeguata disposizione delle bancarelle tale da assicurare, in caso di emergenza, il passaggio dei veicoli in servizio d’emergenza all’interno dell’area del mercato nel modo più sicuro.

Da evidenziare che l’Assessore Sclippa ha informato il Consiglio che “ora si faranno tutti gli approfondimenti tecnici per verificare la possibilità di trasferire le bancarelle di via Roma dal lato est al lato ovest (verso le Fosse), in modo da lasciare liberi gli accessi alle abitazioni e ai negozi presenti su quella strada”.

Il Sindaco Antonio Di Bisceglie e l’Assessore Sclippa aggiungono: “L’Amministrazione comunale ringrazia le organizzazioni di categoria e gli operatori del settore, anche del commercio fisso, in particolare l’ASCOM, che hanno collaborato in questi mesi per la migliore riuscita di un lavoro molto delicato, che ha l’obiettivo di salvaguardare e valorizzare uno dei mercati storici del Friuli, attivo da secoli nel centro storico di San Vito, e fonte di attrazione e stimolo commerciale per l’intero territorio”.

Curiosità storica. Il risultato di una ricerca sul tema ha portato a risalire alla data d’avvio del mercato a San Vito al Tagliamento: il 14 febbraio 1341 il Patriarca Bertrando istituì il mercato settimanale di San Vito “da tenersi in perpetuo la domenica”. Fu poi nell’anno 1542 che il patriarca Marino Grimani spostò il mercato al venerdì.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori