Home / Tendenze / Tagliamento, trasporto dei sedimenti, morfologia ed erosione

Tagliamento, trasporto dei sedimenti, morfologia ed erosione

Venerdì 16 aprile il quarto webinar di Legambiente Friuli Venezia Giulia

Tagliamento, trasporto dei sedimenti, morfologia ed erosione

Riprendono gli incontri di approfondimento online sul fiume Tagliamento: venerdì 16 aprile, alle ore 18, il quarto webinar organizzato da Legambiente FVG avrà al centro il trasporto solido, la morfologia e l'erosione alla foce: i sedimenti, infatti, sono parte integrante di un fiume, al pari dell'acqua e della vegetazione riparia, ne influenzano la morfologia dell'alveo e formano le spiagge. In sintesi, le caratteristiche del paesaggio fluviale dipendono in buona parte dal trasporto di sedimenti.

Durante la videoconferenza, Nicola Surian, del dipartimento di Geoscienze dell'Università degli Studi di Padova, spiegherà cosa si intende per trasporto solido e come questo fenomeno sia correlato con l'evoluzione morfologica del Tagliamento, aspetti poco conosciuti dal pubblico ma fondamentali per una corretta gestione del fiume.

L'intervento di Giorgio Fontolan, del dipartimento di Matematica e Geoscienze all'Università degli Studi di Trieste, affronterà il tema dell'erosione costiera nel contesto della crisi climatica, evidenziando gli effetti del trasporto di sedimenti alla foce del Tagliamento e sul Delta del Po.

A concludere i lavori sarà il commento di Alessandro Ciriani, presidente del circolo Legambiente di Pinzano e membro dell’ufficio di presidenza di Legambiente FVG.

Il webinar sarà moderato dalla giornalista Elisa Cozzarini.
Esiste una lunga tradizione di ricerca scientifica sul Tagliamento, chiamato il "re dei fiumi alpini" perché meno di altri è stato artificializzato e conserva aspetti interessanti di naturalità, pur in un contesto molto antropizzato come quello italiano. Legambiente FVG ha avviato questa serie di webinar al fine di divulgare anche al pubblico generico le conoscenze scientifiche sul fiume più importante e più amato della nostra regione, in modo da contribuire a farle diventare patrimonio comune e condiviso.

L'associazione ambientalista ha anche elaborato un manifesto che guarda al futuro del fiume Tagliamento. Le proposte ruotano intorno a tre concetti chiave: riqualificazione fluviale, sicurezza delle persone, promozione della cultura scientifica e di comunità. È un approccio che considera l’intera asta, comprende azioni a livello di alveo, sistema fluviale e bacino. Considera la crescita dell’incertezza determinata dalla crisi climatica e dalla necessità di azioni innovative che si sviluppano anche in nuove forme di partecipazione ai processi decisionali.

Il webinar verrà trasmesso dalle pagine Facebook e Youtube Legambiente FVG APS.
I webinar già realizzati sono visibili nella pagina facebook Legambiente FVG APS.
Il video “Tagliamento, domani” si può vedere e condividere dal canale Youtube.
Il manifesto è disponibile nel sito www.legambientefvg.it.
Il progetto all’interno del quale si inserisce questo evento intitola “Acqua&Vita. Acqua bene comune” ed è stato realizzato insieme a FIAB, Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, grazie al sostegno di COOP Alleanza 3.0.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori