Home / Tendenze / Tavagnacco, patentini per lo Smartphone ai ragazzi delle scuole medie

Tavagnacco, patentini per lo Smartphone ai ragazzi delle scuole medie

Il progetto dell’associazione Mec, sostenuto dalla Regione e dalla Fondazione Friuli, quest’anno scolastico ha raggiunto cinquanta istituti comprensivi del Friuli Venezia Giulia

Tavagnacco, patentini per lo Smartphone ai ragazzi delle scuole medie

È in un clima festoso per tutta la comunità scolastica di Tavagnacco che sono stati consegnati agli studenti delle cinque classi prime della scuola secondaria di primo grado i Patentini per lo smartphone. Il progetto dell’associazione M.E.C. sostenuto dalla Regione e dalla Fondazione Friuli, quest’anno scolastico ha raggiunto cinquanta istituti comprensivi del Friuli Venezia Giulia.

Tavagnacco prima. Il comprensivo, con ben cinque classi, è infatti l’istituto scolastico primo in tutto il Friuli Venezia Giulia per numero di ragazzi partecipanti al progetto, grazie al sostegno economico del Comune. Alla consegna erano presenti anche i genitori, il sindaco Moreno Lirutti, l’assessora all’istruzione Giovanna Mauro, la dirigente scolastica, e tutti gli insegnanti coinvolti nel progetto e l’amministrazione comunale.

Il percorso svolto dagli studenti prevedeva 10 ore di attività sviluppati su cinque tematiche principali legate ai temi dell’utilizzo sicuro e consapevole dei dispositivi digitali: la sicurezza informatica, i diritti e le responsabilità nelle relazioni online, le emozioni digitali, informarsi correttamente online e le dipendenze digitali. Ciascuna tematica viene corredata da test e attività per casa per consolidare le informazioni acquisite e da un test finale per misurare la comprensione e l’impegno complessivo degli studenti.


Il Patentino per lo smartphone, che ha visto studenti e genitori impegnati in un percorso di formazione su opportunità e rischi della Rete, si pone come una risposta concreta rivolta ai giovani studenti e alle loro famiglie di fronte alla pericolosità dei social network, in particolare per i minori di 14 anni. Elementi innovativi del percorso sono il sistema di valutazione delle competenze acquisite dagli studenti e il ruolo attivo dei genitori, con la convinzione che sia necessario l'impegno in prima linea degli adulti per il benessere digitale dei ragazzi in quella che è una vera e propria sfida educativa. Il percorso di formazione infatti prevede che la partecipazione dei genitori sia condizione necessaria per il conseguimento del Patentino da parte dei minori di 14 anni, età entro la quale il genitore è legalmente responsabile al 100% delle azioni dei figli.

0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori