Home / Tendenze / Udine è andata in bianco

Udine è andata in bianco

Successo con oltre 1.500 partecipanti per il flash mob organizzato in via Mercatovecchio

Udine è andata in bianco

Una metropoli come Milano ha portato in piazza mille persone. Udine per il flash mob ‘Di Punto in Bianco’ ne ha coinvolte 1.527 in una serata che ha valorizzato il centro storico con eleganza e sobrietà, senza rinunciare al divertimento. Spettacolo, cultura e richiamo turistico si possono fare investendo principalmente in qualità.

“Questo è il patrimonio che mettiamo a disposizione della città – ha commentato Enrico Accettola, presidente di Emporio Adv, l’agenzia udinese promotrice dell’iniziativa - perché siamo convinti che collaborando e condividendo cervelli e spirito inclusivo, si possa trasformare Udine in una città attraente e ricca”.

Dalle 19 via Mercatovecchio ha iniziato a popolarsi di gruppi pronti ad allestire il picnic urbano più trendy della stagione. Poco dopo le 20.30 il colpo d’occhio sulla via era davvero emozionante con una vasta distesa candida a illuminare il cuore di Udine.

Animati dalle selezioni musicali del dj Alex Salvato alias Miami Soul l’esercito dei millecinquecento ha fatto a gara ad allestire i tavoli più belli, con un’allegra competizione tra gli abiti più vaporosi e singolari, mise en place eccentriche, ma rigorosamente candide e portate gastronomiche di ogni genere accompagnate da vini chiaramente bianchi. Plastica rigorosamente vietata: per questo si sono viste scintillare ceramiche di Limoges, accanto a cristalli di Boemia, che non hanno sfigurato accanto alle stoviglie dei tavoli più modernisti chiaramente ispirati al design svedese.

Al centro della serata anche l’annuncio che ‘Di Punto in Bianco’ sostiene Ambanja Market: il mercatino, organizzato dalla onlus Ambanja e coordinato da Margherita De Eccher che apre tra il 6 e l’8 settembre negli spazi dell’ex Upim, per sostenere la comunità Ambanja di padre Stefano in Madagascar.

Grande emozione per la coreografia del gruppo di ballerini della Palestra New Life. E poi la giusta atmosfera musicale, il continuo rimandarsi dei flash delle macchine fotografiche e l’ospitalità sono state la caratteristica più forte della manifestazione. Esplosa, a un certo punto, grazie al mare di ‘fusette’ che ha trasformato via Mercatovecchio in un emozionante mare di luci.

“Con questa edizione abbiamo conquistato il primato nazionale - ha concluso Accettola -. Per il 2014 vogliamo coinvolgere ancora di più la città per far diventare ‘Di Punto in Bianco’ Udine un suo punto di forza per la visibilità internazionale. Con l’aiuto di tutti siamo sicuri che ce la possiamo fare!”.

Articoli correlati
0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori