Home / Tendenze / Un buon anno per i cinesi

Un buon anno per i cinesi

La comunità che nella nostra regione conta su circa tremila persone, festeggia l'anno del maiale, animale simbolo di prosperità

Un buon anno per i cinesi

Anche nella nostra regione la comunità cinese sta festeggiando il suo capodanno, una delle feste tradizionali più sentite che quest’anno è scattato il 5 febbraio in concomitanza con il novilunio.
Presenti soprattutto a Trieste e a Udine i cittadini di origine cinese, all’incirca tremila, dediti alle attività commerciali, di ristorazione e manifatturiere, sono tuttavia piuttosto sparpagliati sull’intero territorio regionale.

 

Questa ricorrenza diventa quindi un’occasione utile per organizzare momenti conviviali nei quali ritrovarsi, come avverrà questa sera a Udine, nei locali del ristorante Oriente.
Xiaowei Shu, presidente dell’Associazione cinese del Fvg (a sinistra nella foto, ndr), conferma che il nuovo anno si apre sotto i migliori auspici essendo, secondo il calendario tradizionale, dedicato al maiale, animale simbolo di prosperità e abbondanza. Quanto alla situazione della sua comunità, Shu definisce molto buono il livello di integrazione in una regione da sempre molto attenta al valore del lavoro. D’altro canto, l’integrazione sta crescendo anche grazie alle nuove generazioni, nate o cresciute in Friuli.


E’ il caso di Xinxin Hu, membro del consiglio direttivo dell’associazione, che gestisce uno studio commercialista e rappresenta, in tal senso, un buon esempio di come anche questa comunità, tradizionalmente tanto laboriosa quanto riservata all’inizio, a causa soprattutto della barriera linguistica, si senta sempre più parte integrante di una regione dove la diversità culturale è da sempre presente.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori