Home / Viaggi / 'Studiare protocolli ad hoc per non fermare lo sci'

'Studiare protocolli ad hoc per non fermare lo sci'

Per Sut e De Carlo (M5S) “l’ipotesi dell’ennesima stretta al settore con la stagione turistica invernale alle porte è semplicemente scellerata”

\u0027Studiare protocolli ad hoc per non fermare lo sci\u0027

“L’ipotesi dell’ennesima stretta al settore sciistico, uno tra i primi a pagare un prezzo altissimo a causa delle restrizioni adottate negli ultimi due anni per contenere la diffusione del Covid-19, con la stagione turistica invernale alle porte, è semplicemente scellerata”. Lo dichiarano i deputati del M5Seletti in Friuli Venezia Giulia, Sabrina De Carlo e Luca Sut, a seguito delle notizie trapelate sul Super Green Pass.

“Il funzionamento degli impianti che consentono lo svolgimento degli sport invernali e lo sviluppo del turismo sciistico riguarda il lavoro e la vita di intere vallate e di migliaia di famiglie che, con passione e dedizione, promuovono territori, apprezzati in tutto il mondo", proseguono De Carlo e Sut.

“Il settore sciistico si è adoperato, fin da subito, per individuare protocolli utili al mantenimento del necessario distanziamento sociale *che risulta tuttora * uno strumento fondamentale per la lotta al Covid 19”.

“Secondo i dati - aggiungono- è probabile che dalla prossima settimana il Friuli Venezia Giulia passi in zona gialla. Ma, a differenza dello scorso anno, avremo uno strumento in più: il vaccino. Si apra quindi un rapido confronto con tutti i portatori di interesse, si adottino dei protocolli ad hoc che diano la possibilità alle persone vaccinate di poter svolgere in sicurezza gli sport invernali, salvaguardando, al contempo, l’economia dei nostri territori", concludono i deputati.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori