Home / Viaggi / Aprilia Marittima inaugura la stagione estiva

Aprilia Marittima inaugura la stagione estiva

Regione e Amministrazione impegnate per un pieno rilancio economico e turistico

Aprilia Marittima inaugura la stagione estiva

Piena collaborazione dalla Regione per consentire che la pubblica amministrazione renda attrattivo il territorio per gli investitori privati, volano per una stagione di pieno rilancio economico e turistico per Aprilia Marittima.

Lo ha sottolineato l'assessore regionale alle Autonomie locali, Pierpaolo Roberti, inaugurando la stagione turistica di Aprilia Marittima, località che dispone di 2.700 posti barca suddivisi tra il Comune di Latisana e quello di Marano Lagunare e in cui operano un centinaio di operatori di servizi nautici, immobiliari, esercenti e commercianti.

Per parte sua la Regione continuerà - è stata la promessa di Roberti alla viglia dell'assestamento di bilancio - a garantire risorse perché gli enti locali attuino interventi propedeutici a creare un ambiente attrattivo per gli investimenti degli operatori privati.

La località nel comune di Latisana è meta prevalentemente di utenti austriaci e tedeschi, ma quest'anno l'Amministrazione comunale ha tenuto a sottolineare come, oltre all'attenzione a turisti italiani e stranieri, sarà particolarmente importante anche quella nei confronti di ospiti latisanesi e friulani. Per la prima volta all'entrata di Aprilia è stata issata, non a caso, la bandiera del Comune.

Oltre alla promozione della darsena e dei suoi servizi l'Amministrazione comunale ha distribuito quest'anno materiale promozionale delle mete turistiche di tutta la regione e ha offerto prodotti enogastronomici del territorio.

"Come ormai prevedibile, anche in occasione dell'inaugurazione della stagione estiva ad Aprilia Marittima, dal centrodestra sono arrivate le solite vuote promesse per gli attesi lavori di dragaggio dei canali di accesso alle lagune. E per gli operatori, ai quali va tutta la nostra solidarietà e impegno, non resta purtroppo che un'altra stagione nera", ha detto la consigliera regionale Mariagrazia Santoro (Pd) a margine della cerimonia.

"Da ormai tre anni la grave situazione delle lagune del Fvg sta mettendo sempre più in crisi diportisti, pescatori e operatori turistici, e dal centrodestra continuano ad arrivare solo vuoti proclami che non risolvono un bel nulla. Intanto, secondo il governo regionale di centrodestra, la colpa è sempre di altri, di Roma e dei ministeri, non di chi come la Regione dovrebbe amministrare e gestire invece che preoccuparsi di scaricare responsabilità. In passato è stato fatto il necessario lavori di dragaggio, è una cosa possibile e questo lo sanno anche gli imprenditori del settore, dei quali, con le loro favole il centrodestra dimostra nei fatti di non avere alcun rispetto".


0 Commenti

L'economia in un click

Cultura

Economia

Sport news

Politica

Il Friuli

Green

Business

AGENDA

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori