Home / Viaggi / Brindisi in alta quota per inaugurare la stagione sciistica

Brindisi in alta quota per inaugurare la stagione sciistica

Dopo l'anteprima a Sella Nevea, Tarvisio e Piancavallo, da oggi si scia in tutta la regione, ma attenzione al meteo e al rischio valanghe

Brindisi in alta quota per inaugurare la stagione sciistica

E' stata inaugurata questa mattina, mercoledì 8 dicembre, la stagione sciistica sul Monte Zoncolan. A suggellare il tutto un brindisi ad alta quota, con prodotti rigorosamente locali, come si vede nelle immagini che l'assessore alle Attività produttive e turismo Sergio Emidio Bini ha pubblicato su Twitter.
Dopo le anteprime di Sella Nevea, Piancavallo e Tarvisio oggi l'offerta si amplia con l'apertura degli impianti sullo Zoncolan, a Sappada e a Forni di Sopra.

Tra le novità, per quanto riguarda il comprensorio sullo Zoncolan, sabato scorso è stata inaugurata la nuova seggiovia, denominata Giro d'Italia.
Prima e unica seggiovia a sei posti della regione, il nuovo impianto è stato realizzato tra maggio e novembre di quest'anno per essere pronto all'apertura della stagione invernale, con un investimento di cinque milioni e mezzo di euro di fondi regionali. La seggiovia Giro d'Italia prende il posto della seggiovia Val di Nuf che molti frequentatori delle piste conoscono come la seggiovia "dell'amore", inaugurata nel 1998. Si tratta quindi di un completo restyling dell'impianto di risalita curato dalla Leitner di Vipiteno, che ha puntato su un motore più veloce a risparmio energetico e su elevate caratteristiche di sicurezza.


Oltre ai pedoni e agli sciatori l'impianto potrà trasportare anche le biciclette, attraverso 52 "veicoli" che viaggeranno in senso orario a un dislivello di circa 300 metri, con una portatadi 2.400 persone all'ora a massima capienza.

Agli investimenti sulla seggiovia si aggiungono 1,7 milioni di euro per implementazione sistemi di innevamento e per acquisto di battipista e altri mezzi, negli ultimi tre anni. È stata inoltre realizzata la variante della Pista Goles Z3 (283mila euro), che si sviluppa nella parte medio-alta del comprensorio; ha inizio dal sedime esistente della pista Goles ad est e termina collegandosi alla pista preesistente Zoncolan 3.

La variante pista Z4, con percorsi dedicati a sci alpinisti e mezzi di servizio ai rifugi, ha visto completati i lavori del primo lotto nel 2020 (160mila euro). In un ulteriore piano da 3 milioni di euro complessivi rientrano inoltre gli investimenti per il rifacimento della pista 3 e l'ampliamento della pista 2, che saranno completati per l'estate/autunno 2022.

Articoli correlati
1 Commenti
ErrePi

Dite a Bini che le foto non sono state scattate oggi: il cielo era coperto....

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori