Home / Viaggi / Estate sorprendente. Ora tocca all’inverno

Estate sorprendente. Ora tocca all’inverno

Archiviata una stagione turistica al di sopra delle più rosee speranze, a Sappada Comune e associazioni si stanno preparando a un ricco programma di grandi eventi sulla neve

Estate sorprendente. Ora tocca all’inverno

Sappada, in questa estate 2020, si è rivelata immune dalle ripercussioni da Covid-19. Il turismo locale infatti ha registrato in alcuni periodi numeri, in termini di presenze, addirittura superiori rispetto agli anni passati. Ce lo racconta l’assessore allo sport e turismo della località montana, Silvio Fauner, che si dichiara entusiasta dei numeri registrati dal sistema turistico sappadino.
Siamo pienamente soddisfatti di come sia andata la stagione estiva – dichiara -. Abbiamo avuto lunghi periodi di tutto esaurito sia in luglio sia in agosto, nonostante a giugno la preoccupazione per l’andamento della stagione fosse piuttosto alta. Non ci saremmo mai aspettati che gli ospiti potessero essere così tanti in una stagione turistica che sicuramente non si presentava sotto i migliori auspici a livello mondiale. Parliamo di numeri in termini di presenze e di occupazione delle strutture ricettive che hanno rincuorato non solo l’amministrazione, ma anche gli stessi operatori turistici e di cui sono complici sia la promozione che non abbiamo mai smesso di fare, neanche durante il lockdown, sia il grande appeal che la nostra località vanta su tantissimi fronti: da quello naturalistico, a quello della gastronomia, fino alla ricca proposta di attività messa in atto per questa estate 2020 da PromoturismoFvg in sinergia con il nostro Consorzio turistico Sappada Dolomiti”.

A contribuire al bilancio più che positivo dell’estate a Sappada c’è stato anche il contributo della locale Pro Loco, che, nonostante le restrizioni da Covid, ha messo a punto un valido programma di intrattenimento. Ma ora l’amministrazione è già proiettata alla stagione invernale.
Il prossimo inverno a Sappada sarà quello dei grandi eventi - annuncia Fauner -. Avremo il piacere di accogliere la seconda edizione in Friuli Venezia Giulia degli Special Olympics, i giochi invernali dei disabili, e poi, in sinergia con l’amministrazione di Forni Avoltri, ospiteremo le esercitazioni militari CaSta. In 10 giorni, peraltro di non alta stagione, nei mesi di gennaio e marzo, Sappada accoglierà circa 3.000 ospiti! Riproporremo poi il festival di arrampicata, Dolomice, che nella sua prima edizione ha catalizzato l’attenzione di appassionati provenienti da tutta Europa. Infine, stiamo lavorando per chiudere la prossima stagione invernale con un evento simpatico e coinvolgente per rivolgerci a un target più ampio possibile”.
Insomma, i presupposti perché anche l’inverno a Sappada registri numeri da record, sembrano già esserci.

1 Commenti
franco.marizza@tin.it

... se ci sarà neve ... se il Covid-19 non si risveglierà ... altrimenti ...

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori