Home / Viaggi / In treno verso Gemona, formaggio e dintorni

In treno verso Gemona, formaggio e dintorni

Sold out l’appuntamento di domenica 10 novembre dedicato alla kermesse gemonese

In treno verso Gemona, formaggio e dintorni

Grande successo per ‘In treno verso Gemona, formaggio e dintorni’, in programma domenica 10 novembre, già sold out da settimane. Il treno storico è collegato alla kermesse “Formaggio e dintorni”, nata per valorizzare l’importante produzione casearia locale e regionale, con particolare attenzione per le latterie turnarie.

Da 20 anni l’Amministrazione Comunale di Gemona e la Pro Glemona, con la Coldiretti, l’Associazione Allevatori del Fvg insieme all’Ersa, Slow Food Condotta Gianni Cosetti, l’Ecomuseo delle Acque del Gemonese e altre Associazioni, organizzano per un intero fine settimana questo evento dedicato a un’eccellenza locale, il formaggio, prodotto dalle latterie turnarie gemonesi oggi diventate presidio Slow Food.

Molto ricco il programma con la mostra mercato dei produttori lattiero-caseari e delle tipicità enogastronomiche, il mercato della terra e artigianale con la partecipazione di aziende agricole agroalimentari. Ci saranno, inoltre, varie iniziative a cura di Slow Food, con dimostrazioni della caseificazione del latte, degustazioni guidate e show cooking.

Alla kermesse si potrà arrivare come detto a bordo di eleganti carrozze d’epoca Centoporte degli Anni '30. Saranno infatti 250 i passeggeri che da Sacile, percorrendo l’intera ferrovia turistica Pedemontana del Friuli, giungeranno a Gemona.

Il treno partirà da Sacile alle 8.10, con fermate ad Aviano (8.31), Maniago (8.59), Pinzano (10.04) e arrivo a Gemona alle 10.50. I viaggiatori saranno accompagnati durante il viaggio dai divulgatori dell’Associazione Museo-Stazione Trieste Campo Marzio. Saranno presenti per approfondimenti di storia ferroviaria e Sara Palluello e Romano Vecchiet, autori del libro ‘Un gioiello sui binari. Storia della Ferrovia Pedemontana Sacile-Gemona tra emigrazione e promozione turistica’ che ne illustreranno i contenuti.

Previste, inoltre, visite turistiche alla città a cura dell’ufficio turistico di Gemona. Un successo che ormai non fa più notizia quello dei treni storici del Friuli Venezia Giulia, il cui programma è stato eletto tra i più belli d’Italia per qualità e varietà di offerta.

“Il tutto esaurito con biglietti andati a ruba da settimane è la conferma che siamo sulla giusta strada”, commenta Andrea Palese, consigliere Comunale di Gemona e coordinatore del Team treni storici Fvg. “Abbiamo superato le 5.000 presenze a bordo dei treni storici nel corso di quest’anno con una percentuale di biglietti venduti superiore al 90% lungo la ferrovia turistica Sacile-Gemona, diventata da ferrovia d’emigrazione a ferrovia d’emozioni. La gente apprezza questo modo di viaggiare e di scoprire i nostri territori e di settimana in settimana vediamo crescere l’interesse soprattutto da parte di turisti stranieri e provenienti di fuori regione. Il treno storico è diventato il mezzo per scoprire i nostri borghi e le nostre città d’arte, un veicolo perfetto per promuovere la nostra regione che sta beneficiando di importanti ricadute economiche visto che i turisti approfittando della gita col treno per fermarsi alcuni giorni”.

0 Commenti

Cronaca

Economia

Politica

Spettacoli

Sport news

Il Friuli

Business

Green

Family

Invia questa pagina ad un tuo amico
I campti contrassegnati con * sono obbligatori